premio giuseppe castaldo

SPECIALE PREMIO. Giuseppe Castaldo: “Esempi positivi sono da esempio per le Istituzioni”

Tonia Scarano 27/11/2022
Updated 2022/11/27 at 6:06 PM
3 Minuti per la lettura

Prefetto di Caserta e Commissario straordinario del comune di Castel Volturno, Giuseppe Castaldo ha confermato la sua presenza sul territorio con la partecipazione alla seconda edizione del Premio d’eccellenza Città di Castel Volturno. Inoltre, il Prefetto ha consegnato il riconoscimento al Magistrato del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, Dott. Francesco Balato, a testimonianza dell’impegno profuso per la valorizzazione del territorio e come simbolo di legalità.

Premio Castel Volturno, l’intervista al Prefetto di Caserta Giuseppe Castaldo

Signor Prefetto, cosa si sente di trasmettere alle realtà a cui stiamo dedicando una riconoscenza comunitaria, in qualità di premiante e di commissario straordinario del comune di Castel Volturno? 

«Innanzitutto, il mio riconoscimento va all’impegno profuso per il territorio in termini di legalità, di passione, di competenze, questo è importante. Gli esempi positivi hanno un valore fondante per tutti e costituiscono occasioni di maggior impegno anche da parte delle altre istituzioni. Questo è il mio convincimento, quindi io con piacere ho preso parte a questo evento significativo». 

All’interno della sua lunga carriera prefettizia e in una visione d’insieme nazionale, il suo incontro con il comune di Castel Volturno che scala di complessità ricopre? E in merito a una ripresa delle questioni quali immigrazione, litorale, abusivismo e lavoro sui quali approfondimenti è attivo tutt’ora, dove ha trovato mani tese e dove le resistenze? Da dove deve partire l’azione? 

«È un territorio che ha delle fragilità su cui bisogna intervenire. Stiamo lavorando insieme anche sotto il profilo dei diversi livelli di governo, quindi centrale e territoriale, mi riferisco a regione e Comune di Castel Volturno. Bisogna agire su diversi fronti, come diceva lei. Sul fronte della attività di prevenzione e contrasto che da sola non può sicuramente bastare, ma agire anche sul piano della riqualificazione sociale, dell’integrazione, dell’attività delle infrastrutture, dei servizi; quindi, occorre mettere in campo tutte le energie possibili per una risposta multilivello, questo è il mio avviso. E anche qui lavorare insieme e rafforzare tutte le energie in atto».  

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *