Informareonline-speciale-copertina-un-premio-per-la-citta-di-castel-volturno

SPECIALE COPERTINA – Un premio per la città di Castel Volturno

Antonio Casaccio 03/11/2021
Updated 2022/07/18 at 4:03 PM
6 Minuti per la lettura

Un premio per la città di Castel Volturno. È questo principalmente il premio d’Eccellenza che abbiamo scelto di istituire, spinti da una concomitanza di fattori positivi per il nostro territorio.
Mai come oggi Castel Volturno ha le sinergie giuste per riscattarsi, grazie ai fondi del Pnnr e l’interesse di Enel X ad avviare sul territorio un’opera di recupero che non ha paragoni in Italia.

Indice
Il 23 ottobre 2021, data del Premio, l’abbiamo vissuto come l’Anno Zero della nostra Città, capace finalmente di fare squadra e mostrare alle Istituzioni presenti le enormi potenzialità di una cittadinanza attiva, che fa scudo per salvaguardare il proprio ambiente.
Cittadini, realtà associative, volontari e sana imprenditoria sono pronti a fare squadra per contrastare un eventuale prepotente ritorno della camorra, del racket e dell’usura. Per far sì che ciò accada ognuno deve fare la propria parte nel rispetto dei ruoli, partendo dalla politica. Le denunce che abbiamo presentato in tutte le opportune sedi non verranno mai meno, in quanto centrali per il nostro impegno giornalistico e per il rispetto della deontologia professionale.
Ci preme ribadire che le nostre scelte, editoriali e politiche, non saranno mai influenzate da interessi di parte in quanto riteniamo la nostra libertà giornalistica un baluardo da difendere. Continueremo ad essere vigili osservatori e cronisti dei nostri territori, come abbiamo sempre fatto dal 2002 ad oggi, superando tempi molto più difficili. Oggi, come allora, non temiamo nessuno se non una politica incompetente e distratta che non rifiuta con ogni sua forza fenomeni criminali che hanno distrutto il nostro territorio.Ognuno di noi ha potuto ascoltare parole di assoluta importanza verso un’imminente rinascita, è ora compito dello Stato non rigettare nella delusione una voglia di riscatto oramai incontenibile. Teniamo a ringraziare il Generale di brigata Donato Monaco per la disponibilità e la sensibilità all’ascolto delle problematiche che ci affliggono. Ringraziamo il Colonnello Antonio Zumbolo della Scuola Forestale Carabinieri per il continuo sostegno e la preziosa collaborazione del Maresciallo della stazione di Pinetamare Salvatore Nardella, così come il Colonnello Giuseppe Furciniti della Guardia di Finanza, oltre al dott. Luigi Graziano della Polizia di Stato e il Prefetto di Caserta Raffaele Ruberto. E ancora, un ulteriore ringraziamento va alla D.ssa Maria Antonietta Troncone, alla guida della Procura di Napoli Nord.
Il 23 ottobre 2021, data del Premio, l’abbiamo vissuto come l’Anno Zero della nostra Città, capace finalmente di fare squadra e mostrare alle Istituzioni presenti le enormi potenzialità di una cittadinanza attiva, che fa scudo per salvaguardare il proprio ambiente.
Cittadini, realtà associative, volontari e sana imprenditoria sono pronti a fare squadra per contrastare un eventuale prepotente ritorno della camorra, del racket e dell’usura. Per far sì che ciò accada ognuno deve fare la propria parte nel rispetto dei ruoli, partendo dalla politica. Le denunce che abbiamo presentato in tutte le opportune sedi non verranno mai meno, in quanto centrali per il nostro impegno giornalistico e per il rispetto della deontologia professionale.

Dobbiamo ribadire, però, dubbi di coerenza, stabilità e trasparenza politica per l’amministrazione di Castel Volturno che, in tre anni, non ha ancora definito la Giunta comunale.

Occorre competenza amministrativa in questo momento storico, diversamente molte delle sinergie positive andranno svanite nel nulla, lasciando a Castel Volturno solo una nuova occasione sprecata. Il Premio d’Eccellenza “Città di Castel Volturno” non è un riconoscimento ai “bambini buoni”, ma a tutte quelle realtà che hanno avuto il coraggio di resistere e di continuare ad investire nella nostra terra, facendo fronte comune contro ogni tipo di illegalità. Dal canto nostro possiamo solo essere orgogliosi per i traguardi raggiunti da “Informare Magazine” e dall’Associazione Officina Volturno che ci responsabilizzano ancor di più e ci offrono la possibilità di approfondire ulteriori aspetti.

Ci preme ribadire che le nostre scelte, editoriali e politiche, non saranno mai influenzate da interessi di parte in quanto riteniamo la nostra libertà giornalistica un baluardo da difendere. Continueremo ad essere vigili osservatori e cronisti dei nostri territori, come abbiamo sempre fatto dal 2002 ad oggi, superando tempi molto più difficili. Oggi, come allora, non temiamo nessuno se non una politica incompetente e distratta che non rifiuta con ogni sua forza fenomeni criminali che hanno distrutto il nostro territorio.

Nel Premio “Città di Castel Volturno”, però, c’è stato un segnale che aspettavamo da tempo: lo Stato c’era. Il Presidente della Camera Roberto Fico, la ministra alle Pari Opportunità e alla famiglia Elena Bonetti, il Sottosegretario alla Difesa Giorgio Mulé, il Capo di Gabinetto dell’Interno Bruno Frattasi, esponenti del Governo, hanno dato un inequivocabile messaggio di vicinanza e stima per la realtà sociale di Castel Volturno, tanto difficile quanto animata dalla passione civica dei suoi cittadini.

Ognuno di noi ha potuto ascoltare parole di assoluta importanza verso un’imminente rinascita, è ora compito dello Stato non rigettare nella delusione una voglia di riscatto oramai incontenibile. Teniamo a ringraziare il Generale di brigata Donato Monaco per la disponibilità e la sensibilità all’ascolto delle problematiche che ci affliggono. Ringraziamo il Colonnello Antonio Zumbolo della Scuola Forestale Carabinieri per il continuo sostegno e la preziosa collaborazione del Maresciallo della stazione di Pinetamare Salvatore Nardella, così come il Colonnello Giuseppe Furciniti della Guardia di Finanza, oltre al dott. Luigi Graziano della Polizia di Stato e il Prefetto di Caserta Raffaele Ruberto. E ancora, un ulteriore ringraziamento va alla D.ssa Maria Antonietta Troncone, alla guida della Procura di Napoli Nord.

Non possiamo, inoltre, dimenticare la sinergia meravigliosa con l’Università Marconi guidata dal Professor Roberto Nicolucci, che ha garantino delle reali possibilità con le borse di studio consegnate agli studenti dell’ISIS Vincenzo Corrado, guidati dalla dirigente D.ssa Angela Petringa. Ringraziamo, inoltre, l’artista Nicola Badia per la realizzazione del Pugno della Legalità, simbolo dell’associazione e del nostro Premio. Chiediamo scusa a coloro che possono aver avvertito un senso di esclusione, ma dobbiamo dirlo: ha vinto tutta la Città di Castel Volturno.

Molti altri ancora avrebbero meritato un riconoscimento, ma sarebbe stato impossibile premiare tutte le realtà sociali in un’unica mattinata e solo alla prima edizione.
Chi si ferma a queste banalità è perduto, ognuno di noi ha il dovere di dare il massimo per il cambiamento di Castel Volturno, per farlo occorre giocare di squadra, essere uniti e fare rete contro le illegalità. Grazie a ognuno che ha reso possibile questo evento, continuiamo a pensare in grande…insieme.

di Antonio Casaccio

TRATTO DA MAGAZINE INFORMARE

N°1 – SPECIALE PREMIO D’ECCELLENZA CITTÀ DI CASTEL VOLTURNO

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *