Special Sanremo 2018 – Un viaggio tra brani della kermesse, più amata in tutto il mondo

Magazine Informare - Ariston - Sanremo 2018

Festival, casinò, fiori, turismo è il poker vincente di Sanremo. La città dei fiori abbraccia il festival della canzone Italiana, alla luce del successo degli ascolti si può ben dire che tutti guardano Sanremo, incanta telespettatori, consumatori di musica, esperti del costume e semplici cittadini.

La settimana dell’eccellenza artistica nel mondo della musica italiana, rappresenta un ritratto di un’Italia che comunque desidera avere all’inizio di ogni anno, argomenti da discutere sulla musica proposta, sul conduttore, sui gusti nazionali e sui cantanti in gara. Il festival commuove e irrita, rende partecipi crea discussioni e mode nazionali.

Una kermesse musicale che incolla allo schermo ogni anno milioni di telespettatori, rimane un pentolone tradizionalista, in cui in tv non si può fare proprio a meno, come ogni anno è stato sotto i riflettori nazionali e internazionali in questo inizio 2018 ricco di eventi, novità e suggestioni. Risulta essere l’evento più atteso da tutti coloro che nei giorni del festival, per lavoro o per piacere affollano la cittadina ligure. Claudio Baglioni, direttore artistico e capitano della quadra composta dalla showgirl Michelle Hunziker, l’attore Pierfrancesco Favino hanno regalato bellezza e sorrisi nella formula Sanremese di compostezza ed eleganza.

 

 

La manifestazione è stata gestita nella maniera migliore, lo spettacolo è piaciuto al pubblico e Claudio Baglioni si è dimostrato non solo un abilissimo co-conduttore ma è riuscito a fare da spalla ai suoi colleghi negli sketch comici.

Si chiude con la vittoria di Ermal Meta e Fabrizio Moro la 68° edizione della kermesse canora più popolare d’Europa col brano “Non mi avete fatto niente”, sul podio in seconda stazione Lo stato sociale con “Una vita in vacanza”, seguiti in terza posizione da Annalisa con “Il mondo prima di te”.

I vincitori rappresenteranno l’Italia nella finale dell’Eurovision Song Contest 2018 il prossimo 12 maggio alla Altice Arena di Lisbona. Un Sanremo all’insegna della bellezza e della bravura non solo per l’elevata qualità delle canzoni, ma anche per i prestigiosi ospiti che sono saliti sul palco dell’Ariston, nelle cinque serate del festival.

Ad animare il festival i personaggi di calabro come Rosario Fiorello, Virginia Raffaele, l’impeccabile Giorgia che ha proposto il duetto con James Taylor e poi i Negramaro, Gianna Nannini, che hanno trasportato una ventata di rinnovamento, confezionando un’edizione moderna e innovativa.

L’ultima serata è stata contraddistinta da un emozionante esibizione di Laura Pausini, che nel corso delle serate sono riusciti a far inanellare punti di share, proponendo uno spettacolo segnato da un grande spirito di gioco e di festa.

Tante canzoni nate al festival sono diventate poi tormentoni che hanno accompagnato i nostri momenti di vita più importanti. Il festival della Canzone Italiana, non è soltanto il palcoscenico dei campioni, anche il trampolino di nuovi volti e nuove voci, quei possibili talenti che andranno ad arricchire la nostra scena musicale, resta ancora oggi un’opportunità e una vetrina per tanti artisti, noti e non.

Sanremo 2018 sarà ricordato per essere stato un festival all’insegna dei grandi ascolti ma soprattutto della musica che ora concluso lo show in diretta dall’Ariston, regna incastrata nelle radio.

A rimbalzare da una stazione radio all’altra sono tantissime tra le 20 canzoni inedite big e le 8 nuove proposte, protagoniste della 68° edizione della rassegna canora per eccellenza. Alla categoria Big si affianca la sezione giovani, anche i nuovi talenti si sfidano in una battaglia sino all’ultima nota.

Con grande sorpresa vince la sezione delle nuove proposte Niccolò Moriconi in arte Ultimo col brano “Il ballo delle incertezze”, in cui potrebbe presto scardinare le roccaforti delle classifiche italiane.

La novità del festival di Claudio Baglioni, sono state le esibizioni degli artisti ospiti, che hanno interpretato i brani degli artisti in gara, realizzando brillanti performance. Claudio Baglioni, ha creduto in certe proposte d’autore, ha abbattuto una torre d’avorio che da tempo scollegava “Sanremo” da un certo tipo di musica.

Un Sanremo da rifare con la stessa formula e la stessa spensieratezza.

 

Le dichiarazioni in ESCLUSIVA di alcuni artisti:

 

Annalisa, arrivata terza a Sanremo 2018
Annalisa, arrivata terza a Sanremo 2018

 

Annalisa: «”Il mondo prima di te”, è un brano intenso e grintoso. Quest’anno l’avventura musicale Sanremese è stata un’emozione diversa perché ho trovato un’energia nuova dentro di me. Spero arrivi un messaggio di positività poiché risulta essere una rinascita ed una voglia di affrontare un cambiamento nel senso di riscoperta».

 

Stash dei The Kolors Sanremo 2018
Stash dei The Kolors Sanremo 2018

 

The Kolors (Stash): «Frida Khalo e la sua forza interiore, è riuscita a risolvere in positivo i momenti negativi della vita, col sorriso e con la voglia di vivere. Col brano “Frida (mai, mai, mai)”, abbiamo scelto di raccontare la positività con un linguaggio positivo contemporaneo. C’era tanta voglia di salire sul palco ogni sera».

 

Roby Facchinetti e Riccardo Fogli - Sanremo 2018
Roby Facchinetti e Riccardo Fogli – Sanremo 2018

 

Riccardo Fogli: «La chiave del brano “Il segreto del tempo” è proprio la vita, concettualmente fatta di alti e bassi di errori e di incontri. Nel testo è racchiuso il mistero del tempo». Roby Facchinetti: «L’Ariston è un palco che ti carica di tanta energia ed emozioni, condivido in questa edizione il palco con Riccardo Fogli, e il nostro brano “Il segreto del tempo” rappresenta un dialogo tra due amici che si ritrovano a raccontarsi delle proprie esperienze di vita, dell’amore, dei problemi che ti pone la vita e che col tempo bisogna risolverli».

 

Renzo Rubino - Sanremo 2018
Renzo Rubino – Sanremo 2018

 

Renzo Rubino: «Le emozioni sono molteplici, a Sanremo oltre il palco c’è anche il pubblico che dona molta attenzione e affetto. Sono ritornato a Sanremo con un brano incredibilmente autobiografico dal titolo “Custodire”, che viene fuori da un’esperienza personale, dedicata ai miei genitori. È nata spontaneamente un’amicizia vera, con l’attrice Serena Rossi con cui ho voluto collaborare nella serata speciale dei duetti, poiché ha capito fin da subito a pieno il testo».

 

Francesco Sarcina de Le Vibrazioni - Sanremo 2018
Francesco Sarcina de Le Vibrazioni – Sanremo 2018

 

Le Vibrazioni: «I sentimenti sono alla base del nostro vivere, nel momento in cui ci mettiamo in gioco subentra il terrore di lasciarsi andare. E per questo è venuto fuori questo brano “Così sbagliato”».

 

Diodato Roi e Paci - Sanremo 2018
Diodato Roi e Paci – Sanremo 2018

 

Diodato e Roy Paci: «Il brano “Adesso”, rappresenta una rivoluzione personale, vedevo quotidianamente la difficoltà di viverci il momento, siamo bombardati, sempre distratti con la testa altrove, e non ci accorgiamo quasi mai degli avvenimenti della vita, del presente, purtroppo scorre tutto velocemente dietro ad uno schermo. L’ho scritta in un momento in cui ho voluto mettere un punto nella mia vita. Ho scelto di collaborare con Roy Paci che ha curato gli arrangiamenti di fiati, ed è venuto fuori un brano prestigioso».

 

Enrico Ruggieri de "I Decibel" - Sanremo 2018
Enrico Ruggieri de “I Decibel” – Sanremo 2018

 

Decibel e Enrico Ruggeri: «Abbiamo scelto di sviluppare il brano “Lettera dal Duca”, omaggiando una grande icona della musica, ispirandoci a David Bowie. La canzone è nata in modo spontaneo e parla di prendere le distanze dal mondo e della mediocrità che ci ruota intorno».

 

Ron - Sanremo 2018
Ron – Sanremo 2018

 

Ron: «Ho avuto la fortuna di omaggiare con il brano inedito “Almeno pensami”, scritta da Lucio Dalla, trovata tramite la fondazione. Baglioni me l’ha proposta perché ha voluto anche Lucio in questa 68° edizione, ed è stata una forte emozione. Viviamo in un mondo difficile anche per l’amore e a volte ci accontentiamo anche di un pensiero».

di Chiara Arciprete