informareonline-spazio-alla-moda-nel-metaverso-di-zuckerberg

Spazio alla moda nel metaverso di Zuckerberg

Chiara Del Prete 01/11/2021
Updated 2021/11/01 at 11:33 AM
3 Minuti per la lettura
epa07943922 Chairman and CEO of Facebook Mark Zuckerberg appears before the US House Financial Services Committee hearing on 'An Examination of Facebook and Its Impact on the Financial Services and Housing Sectors', on Capitol Hill in Washington, DC, USA, 23 October 2019. Zuckerberg faces questions from lawmakers concerned over issues with the cryptocurrency Libra, financial data and potential misinformation on Facebook surrounding the 2020 US presidential election. EPA/ERIK S. LESSER

Qualche giorno fa Mark Zuckerberg ha annunciato diverse novità sulla sua società e in qualche modo interessano anche il mondo della moda, vediamo come.

L’imprenditore statunitense ha introdotto al pubblico la sua visione del futuro di Internet annunciando che tutto sarà inglobato in Meta, nuovo nome della società sotto cui confluiranno le realtà appartenenti a Zuckerberg. Dal termine Metaverso, indica l’andare oltre e il rinnovarsi con una nuova mission in cui Facebook, Messanger, Instagram, Whatsapp, e Oculus verranno raggruppate in un unico grande contenitore costituendo una nuova dimensione.

L’intento principale è quello di integrare al mondo reale una realtà virtuale in cui il proprio sé digitale possa fare qualunque cosa. Lavorare, passeggiare, incontrare persone dall’altro lato del mondo, leggere, ascoltare musica e fare acquisti. Sarà dunque possibile comperare abiti per coprire il corpo del proprio avatar ma anche spendere per oggetti del desiderio che non potremo mai toccare nella realtà.

Nel futuro degli avatar digitali dell’universo Meta servizi e beni di consumo hanno un costo e una moneta apposita: una criptovaluta non ancora idealizzata. Qui, però, fanno la propria entrata i Not Fungible Tokens che rappresentano creazioni digitali uniche il cui valore perdura anche nel mondo reale oltre a quello virtuale. Nulla attira più di quel che non si può avere sta per trasformarsi in nulla attira più di quel che puoi avere ma non toccare.

In un futuro non troppo lontano si potrà acquistare in Meta l’articolo di ultimo grido ideato dal proprio designer preferito. La compera tramite criptovalute concede il possesso di quel bene in modo lecito sia nel mondo dell’Internet, tanto da farlo sfoggiare al rispettivo alter ego, che nel mondo reale in cui quello stesso oggetto resta impalpabile ma pur sempre di proprietà dell’utente. E non è tutto, l’oggetto NFT varrebbe forse più del rispettivo fuori Meta ed il suo valore potrebbe essere soggetto a rivalutazioni nel tempo.

Si traduce tutto in un investimento anche nella vita vera su cui il fashion system punterà il tutto per tutto per garantire la massima resa dentro e fuori il nuovo mondo che verrà.

di Chiara Del Prete

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *