informareonline-congedo-mestruale

SONDAGGIO. Congedo mestruale: follia o diritto?

Ilaria Ainora 02/09/2022
Updated 2022/09/02 at 5:26 PM
2 Minuti per la lettura

Il congedo mestruale è di nuovo al centro del dibattito pubblico a seguito dell’approvazione in Spagna di un disegno di legge che lo prevede. Cosa ne pensi? Faccelo sapere compilando il sondaggio

“Hai le tue cose? Sei così nervosa!” si sente sicuramente più spesso di “Hai le tue cose? Puoi non lavorare”. Questo perché il congedo mestruale è ancora una chimera in molte realtà lavorative. Di che cosa si tratta? Come suggerisce l’espressione, si tratta di un congedo che può essere fruito ove si avvertano forti dolori durante le mestruazioni. Già nel 2016 quattro parlamentari del Partito democratico avevano proposto di istituire il congedo mestruale. I tempi, probabilmente, non erano propizi e la proposta – che prometteva una svolta per il Paese – si è arenata.

Il tema è, per fortuna, tornato all’attenzione mediatica con l’approvazione, in Spagna, di un disegno di legge che riconosce il congedo per la durata necessaria e a fronte di una certificazione medica.

Congedo, orari flessibili, smart working: sono tutte modalità idonee a evitare che chi soffra di disturbi durante il periodo mestruale sia costretto a recarsi sul posto di lavoro piegato dal dolore o annebbiato dagli antidolorifici. Si tratta, tuttavia, di concessioni rimesse alla piena discrezionalità del datore di lavoro, in assenza di un’opportuna previsione normativa.

Per meglio comprendere l’opinione pubblica sul tema, abbiamo deciso di sottoporre al Lettore un sondaggio. Il questionario, del tutto anonimo, richiede meno di cinque minuti. Per compilarlo, basta cliccare qui. Grazie!

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.