soglie-spazi-visibili-in-divenire

Soglie, spazi visibili in divenire

Redazione Informare 28/09/2021
Updated 2021/09/28 at 1:15 PM
2 Minuti per la lettura
L’Opificio Puca – centro per l’arte contemporanea riapre i suoi spazi al pubblico venerdì 1 ottobre 2021.
L’evento di riapertura dal titolo “Soglie, spazi visibili in divenire” è stato curato da Martina Esposito e si articola nei diversi spazi della struttura.
Nell’appartamento storico una selezione di artisti under 30: Francesca Arduino, Magda Di Fraia, Angela Ferraioli, Imma Di Lillo, Gaetano Fabozzi, Carlo Menale, Antonio Salzano, Irene Macalli, Nicola D’ambrosio, Lucia Schettino, Piervincenzo Nocera; nell’open space Francesco Capasso, Antonio Lanna e Raimondo Coppola tre artisti a lavoro, in terrazza un’istallazione video di Mauro Nacca e una performance musicale.
La serata è l’occasione per ripartire con una programmazione di nuove attività culturali, ridisegnando lo spazio come laboratorio creativo di scambio tra giovani artisti e operatori culturali del territorio.
Durante l’evento verrà presentato anche il progetto teatrale “INFERNO Primo Studio” della compagnia teatrodellerestituzioni in programmazione per metà ottobre negli spazi dell’Opificio.
Forte è l’esigenza di costruire un luogo capace di raccogliere stimoli e riflessioni sull’arte, promuovere produzioni artistiche, accogliere ricerche e sperimentazioni.
L’Opificio non vuole essere mero spazio espositivo, ma uno spazio dell’abitare, un contenitore vitalmente dinamico, aperto al confronto e al dialogo attivo. Stimolare la ricerca artistica e la partecipazione costante è uno dei principali obiettivi del centro.
Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *