Sogesid, via a lavori SO.GE.RI. Castel Volturno, 12 mesi per messa in sicurezza

Sogesid, via a lavori SO.GE.RI. Castel Volturno, 12 mesi per messa in sicurezza

Sopralluogo Società in house del Ministero nella discarica, ok a progetto esecutivo e consegnati i lavori. Il Presidente Biscaglia: «Snodo fondamentale per soluzione a problema che pesa su vita comunità». Presente anche il Presidente commissione Ecomafie regionale Zinzi. In visita sul sito una delegazione della Slovacchia.

Dodici mesi di lavori per mettere in sicurezza la SO.GE.RI. di Castel Volturno, una delle discariche più note, grandi e complesse della Terra dei Fuochi. Nelle ultime ore è stato ufficialmente approvato il progetto esecutivo della ditta affidataria “Tecnologie Industriali e Ambientali S.p.A. (capogruppo) ed Epsilon 2000 Soc. Coop. (mandante)” e consegnata in via definitiva la restante parte dei lavori. Lo annuncia Enrico Biscaglia, Presidente ed Amministratore delegato della Sogesid Spa, la società in house del ministero dell’Ambiente che per la discarica SO.GE.RI. ha redatto il progetto preliminare e quello definitivo, ha svolto il ruolo di Stazione appaltante per la gara di affidamento e oggi è impegnata nella direzione lavori e nella responsabilità del procedimento.

L’occasione è un sopralluogo condotto dal Presidente con i dirigenti e le strutture tecniche della Società, al quale ha partecipato anche il Presidente della Commissione Ecomafie, Terra dei Fuochi, Bonifiche della Regione Campania Gianpiero Zinzi. Era presente inoltre una delegazione del Ministero dell’Ambiente slovacco e dell’agenzia ambientale SAZP, in questi giorni in Italia perché interessata a visionare le varie esperienze della Sogesid nel campo della bonifica e dell’ingegneria ambientale.

 

«La consegna dei lavori per la messa in sicurezza della discarica SO.GE.RI. – ha detto il Presidente Biscaglia – è uno snodo fondamentale per il futuro di questo territorio e per la soluzione di un problema ambientale e sociale che pesa da decenni sulla comunità. Questo passaggio è l’esito di un iter necessariamente complesso, che Sogesid ha affrontato mettendo in campo tutte le sue competenze. Continuerà a farlo senza riserve, a Castel Volturno per portare a termine questo lavoro – conclude Biscaglia – come nei tanti siti inquinati che ci vedono impegnati in Campania».

L’area di intervento nella discarica SO.GE.RI., in località Bortolotto del comune casertano, ha un’estensione di circa 100.000 metri quadri e al suo interno vi sono rifiuti di vario genere, il cui corpo supera anche i venti metri di altezza. Oggi l’intero perimetro è sottoposto al sequestro giudiziario. Per la SO.GE.RI., che rientra tra i siti potenzialmente contaminati dell’ex SIN “Litorale Domitio Flegreo ed Agro Aversano”, Sogesid ha redatto prima il progetto preliminare e poi quello definitivo di messa in sicurezza: questo prevede il “capping” (la copertura sommitale) della discarica, il ripristino e l’implementazione della rete di captazione del percolato e del biogas, la regimazione delle acque meteoriche.

Ad oggi le attività già svolte riguardano la pulizia del canale di raccolta del percolato, il drenaggio di oltre 3200 tonnellate di percolato stesso dalle vasche e dai canali, la rimozione di circa la metà delle 400 tonnellate di rifiuti elettrici ed elettronici, l’attuazione del Piano di Caratterizzazione validato da Arpa Campania e le attività necessarie per il lavoro nel cantiere. Sogesid ha svolto, quale Stazione Appaltante, la procedura di gara per l’affidamento dell’attuazione del Piano di caratterizzazione, la progettazione esecutiva e i lavori di messa in sicurezza permanente: questi ultimi, finora consegnati parzialmente in via d’urgenza, potranno ora partire a pieno regime.

About Redazione Informare

Magazine mensile, gratuito, di promozione culturale edito da Officina Volturno, associazione di legalità operante in campo ambientale, sociale e culturale.