SIMC: in Campania Assemblea per la Segreteria Regionale

42
informareonline-sim

Al via i lavori per conferire un’organizzazione autonoma in Campania del Sindacato Italiano Militari Carabinieri costituitosi lo scorso mese di febbraio in Italia e che a visto nel colonnello Sergio De Caprio, conosciuto come il capitano “Ultimo”, il suo presidente. La svolta epocale di dotare i militari dell’Arma di una rappresentazione sindacale è avvenuta a seguito della sentenza nr. 120/18 della Corte Costituzionale con la quale la stessa Corte ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’art. 1475, comma 2, del decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66 (Codice dell’ordinamento militare), in quanto prevede che «I militari non possono costituire associazioni professionali a carattere sindacale o aderire ad altre associazioni sindacali» invece di prevedere che «I militari possono costituire associazioni professionali a carattere sindacale alle condizioni e con i limiti fissati dalla legge; non possono aderire ad altre associazioni sindacali» e l’ emissione del decreto autorizzativo alla costituzione del primo sindacato militare della storia da parte del Ministro della Difesa Elisabetta Trenta.

Ed è in questo senso che hanno preso il via sul territorio nazionale i lavori per costituire le segreterie regionali, come avvenuto il 21 marzo a Cava dè Tirreni dove si è svolta la prima assemblea Regionale di Coordinamento per organizzare la futura segreteria del sindacato in Campania. I lavori assembleari, coordinati dai Commissari Straordinari Paolo Benevento e Antonio Silvestre, svoltisi in un clima di assoluta coesione e partecipazione dei presenti, sono stati l’occasione per tracciare le fondamenta sulle attività organizzative con le quali si potranno mettere in atto le dovute azioni e richieste al fine di tutelare i diritti della categoria.

Grande emozioni inoltre hanno suscitato i successivi interventi telefonici del Presidente De Caprio, del Segretario Generale Antonio Serpi e del Segretario Generale Aggiunto Massimiliano Zetti che hanno espresso all’unisono l’orgoglio di far parte della nascente Associazione Professionale a carattere sindacale e augurato a tutti un buon lavoro.

E’ sicuramente un momento importante per i cittadini in uniforme da carabiniere campani che forti della determinazione del loro presidente Sergio De Caprio potranno far pervenire agli organi centrali le giuste proposte per promuovere il rispetto dei diritti umani e gli interessi socio-professionali del personale militare di tutti i livelli compresi quelle delle loro famiglie.

Un nuovo percorso attende tutti i militari della Benemerita che attraverso l’Associazione avranno gli strumenti a disposizione per giungere ad norma equilibrata che contemperi i legittimi interessi dei membri delle Forze Armate e del vertice politico-militare.

Print Friendly, PDF & Email