Sheryl Sandberg lascia Meta: è la fine di un’era

53
informareonline-Sheryl-Sandberg-lascia-Meta
Pubblicità

Sheryl Sandberg, ex COO di Meta, lascia l’azienda: l’annuncio con un post Facebook.

L’annuncio

Dopo 14 anni Sheryl Sandberg, fino ad oggi numero due di Meta, lascia l’azienda. La Sandberg ha ricoperto il ruolo di COO (chief operating officer), alle spalle di Mark Zuckerberg nella gerarchia aziendale.

Pubblicità

L’annuncio è arrivato a sorpresa da un post su Facebook, l’azienda che, anche grazie al suo contributo determinate, è diventata di successo planetario. “Quattordici anni dopo è il momento per me di scrivere il prossimo capitolo della mia vita”, ha affermato Sandberg. Sui suoi progetti futuri non si sbilancia limitandosi a dire “Non so esattamente cosa porterà il futuro. Voglio fare più spazio alla filantropia e alla mia fondazione”. “Quando ho incontrato Mark non stavo cercando un lavoro, e non avrei mai immaginato che l’incontro mi avrebbe cambiato la vita. Essere vicino a Mark in questi 14 anni è stato un onore e un privilegio”, ha concluso. Sandberg ha specificato i motivi alla base della sua decisione.

Il commento di Zuckerberg

Immediatamente è arrivato il commento del numero uno di Meta:”É la fine di un’era. Mi mancherà alla guida della società”, dice Zuckerberg che ha precisato che Sandberg resterà comunque nel consiglio di amministrazione. Mark ha poi annunciato che il nuovo volto che vestirà il ruolo di COO sarà Javier Olivan.

Sheryl Sandberg aveva varcato per la prima volta le porte del marchio Usa dei Social nel 2008. Inizialmente doveva restare in azienda solo cinque anni. Con il passare degli anni è entrata nell’elite della Silicon Valley, entrando di diritto nella lista delle donne più di successo d’America. “Sheryl è stata l’architetto delle nostre attività pubblicitarie, ha forgiato la cultura della società e mi ha insegnato a guidare una società”, dice Zuckerberg. “Ha creato opportunità per milioni di persone nel mondo, e merita molto credito per quello che è Meta oggi”, ha aggiunto l’amministratore delegato del social

Pubblicità