Servizi per il volontariato: nasce CSVnet Campania

0
informareonline-csvnet

NASCE CSVnet CAMPANIA, IL COORDINAMENTO REGIONALE DEI CENTRI DI SERVIZIO PER IL VOLONTARIATO

Elena Pera, già presidente del CSV Asso.Vo.Ce., scelta come vicepresidente: “Finalmente abbiamo un organismo che ci consente di avviare un confronto unitario con i nostri stakeholders”

È stata formalizzata nella giornata di ieri, 7 aprile 2021, la nascita del CSVnet Campania, il coordinamento regionale dei centri di servizio per il volontariato che riunisce il CSV Napoli ETS, CSV Asso.Vo.Ce. e CSV Irpinia-Sannio ETS. A ricoprire la carica di presidente è Nicola Caprio, già rappresentante legale del CSV Napoli, mentre in qualità di vicepresidente è stata scelta Elena Pera, già presidente di Asso.Vo.Ce.
Compito del coordinamento sarà quello di contribuire alla realizzazione degli obiettivi istituzionali dei Centri di servizio per il volontariato aderenti, valorizzando le rispettive autonomie e mettendo in campo iniziative comuni per la promozione del volontariato.
Il nuovo ente svolgerà innanzitutto funzioni di rappresentanza politico-istituzionale garantendo un’interlocuzione unitaria, sui temi comuni, con i soggetti di livello regionale (come l’Organismo Territoriale di Controllo – OTC, la Regione Campania, e le altre organizzazioni di coordinamento del volontariato regionale) e nazionale (come CSVnet e l’Organismo Nazionale di Controllo – ONC). Favorirà la conoscenza dell’operato dei CSV sia verso l’opinione pubblica che verso interlocutori istituzionali a livello regionale. Svolgerà funzioni di pianificazione e promuoverà la collaborazione, lo scambio di esperienze, di competenze e di servizi tra i CSV.

“Dopo vari tentativi realizzati negli anni dai CSV della Campania – dichiara il presidente del CSV Asso.Vo.Ce. e vicepresidente di CSVnet Campania Elena Pera – nasce il Coordinamento CSVnet Campania. Finalmente abbiamo un organismo che ci consente di avviare un confronto unitario con i nostri principali stakeholders, a partire dall’OTC Campania-Molise. Inoltre, unitamente al Forum Regionale del Terzo Settore, potremo rappresentare meglio, presso le istituzioni regionali e nazionali, le istanze delle nostre basi associative e dei volontari dell’intero Terzo settore campano. Un importante risultato raggiunto anche grazie a CSVnet, il coordinamento nazionale dei centri di servizio per il volontariato, che ha riconosciuto e sostenuto il lavoro sinergico svolto in questi anni dal consiglio direttivo di Asso.Vo.Ce. e dai rappresentanti degli altri CSV aderenti.

Attraverso la collaborazione con gli altri CSV, possiamo ora cogliere a pieno le opportunità che scaturiscono dalla riforma del Codice del terzo settore: puntiamo ora a migliorare i servizi rivolti a tutti i volontari, per accrescerne le competenze e le professionalità nei momenti di concertazione tra il pubblico ed il privato sociale, e a diffondere le buone prassi della co-programmazione e della co-progettazione per la realizzazione di attività di interesse generale”.

Di Redazione Informare

Print Friendly, PDF & Email