serie A Maria Sole

Serie A: Maria Sole è la prima direttrice di gara donna

Palmina Falco 01/10/2022
Updated 2022/09/30 at 11:11 PM
2 Minuti per la lettura

Si tratta di un vero e proprio momento storico in ambito calcistico: per la prima volta arbitrerà un donna in serie A, il suo nome è Maria Sole Ferrieri Caputi. La vedremo in queste vesti in occasione della partita Sassuolo-Salernitana che si svolgerà questa domenica 2 Ottobre.

«Le qualità di Ferrieri Caputi sono indiscutibili, starà a lei dimostrare di meritarsi la Serie A. Senza darle troppa responsabilità. Non sarà l’unica che farà un esordio veloce, vogliamo accelerare i tempi a tutti», ha commentato Gianluca Rocchi, ex arbitro calcistico, responsabile della Can nel corso di un incontro in Figc con i media. «Lei è entrata nel gruppo come un arbitro qualsiasi, trattata dai ragazzi come un arbitro qualsiasi, per quanto mi riguarda non ho altro che dirle che farle un in bocca al lupo», ha aggiunto Rocchi. Scopriamo di più su quest’avvincente donna.

Chi è Maria Sole

Livornese, classe  1990 e con un amore per il pallone che l’ha spinta a intraprendere la carriera arbitrale sin da giovanissima. Quello per il calcio, tuttavia, non è stata la sua unica passione: ricercatrice universitaria, ha un impiego a Bergamo in un centro studi di diritto del lavoro. Ha esordito tra i professionisti nel novembre del 2015, quando venne chiamata ad arbitrare Levito-Atletico San Paolo. Quella di domenica, di fatto, non sarà la sua prima esperienza nell’ambito calcistico .

In quali altre partite ha già arbitrato la neo direttrice di Serie A

Maria Sole esordì nel campionato cadetto in Cittadella-Spal del 17 ottobre del 2021. L’1 agosto fu designata per Sampdoria-Reggina di Coppa Italia, il 24 dello stesso mese il debutto in Serie A, non come arbitro, ma in qualità di quarto ufficiale per Monza-Udinese (Di Bello il direttore di gara). Inserita anche tra gli arbitri selezionati dalla Fifa per il Mondiale di calcio femminile Under 17. Adesso è pronta per la sua prima volta in A.

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *