Serie A: il Napoli di Spalletti riparte dal Venezia

212
informareonline-napoli-venezia
Pubblicità
La prima di campionato vede il Napoli affrontare il Venezia al Diego Armando Maradona

Esordio casalingo per il Napoli che domani sera affronterà il Venezia per la prima volta in Serie A dopo 53 anni, si riparte idealmente dalla stessa regione lasciata nell’ultima giornata dello scorso campionato. Mentre ancora riecheggiano la delusione e le polemiche di un Napoli-Verona che ha spento i sogni Champions azzurri, Spalletti e la sua squadra sono subito chiamati a dare conferme.

Il calciomercato, per quanto ancora in corso, non ha portato a Napoli dei nomi altisonanti. Per la verità, sono state tante le riconferme in organico e nonostante i rumors vedano ancora incerto il futuro di Kostas Manolas e Lorenzo insigne, non dovrebbero esserci soprese in uscita. Il greco ha visto l’interessamento dell’Olimpiakos ma le richieste del Presidente e lo stesso ingaggio annuale del giocatore non rendono attuabile il trasferimento. La polita di ridimensionamento degli ingaggi attuata da De Laurentiis lascia ancora in sospeso il futuro dello stesso capitano azzurro che ha confermato la sua volontà di restare in azzurro ma senza riduzione di cifre annuali.

Pubblicità
Spalletti ritiene che la rosa sia completa e competitiva

Fin dal suo arrivo al Napoli, Luciano Spalletti ha considerato l’organico azzurro altamente qualitativo e soprattutto competitivo. La mancanza di un terzino sinistro lamentata dai tifosi, potrebbe essere colmata dall’arrivo di Juan Jesus. Il difensore centrale, dopo le esperienze all’Inter e alla Roma, è un elemento versatile. E potrebbe essere alternato al rientrante Ghoulam e Mario Rui, fino ad oggi titolare di quel ruolo. Risorsa importante anche Zanoli spesso schierato in campo da Spalletti durante le amichevoli estive. Classe 2000, Alessandro Zanoli è stato ritirato dal mercato su esplicita richiesta del tecnico che intende investire su di lui.

Le chiavi del centrocampo sono affidate a Lobotka, reduce da ottime prestazioni durante i ritiri azzurri, in attesa del rientro di Diego Demme ancora infortunato. Sempre più una certezza nell’attacco azzurro Victor Osimhen che anche domani sera dovrebbe partire dal primo minuto.

Il neo promosso Venezia chiamato alla sfida

Non si tira indietro il del Venezia allenato dall’allenatore più giovane della Serie A, Paolo Zanetti. Il mister considera la conferma nella massima serie il suo obiettivo stagionale e comincia la sua avventura su un campo certamente difficile.

Il Diego Armando Maradona sarà pieno al 50% di tifosi pronti ad accogliere ed incitare la propria squadra del cuore, subito sold out i biglietti messi a disposizione. Dopo la lunga astinenza dagli spalti, armati di greenpass e tamponi, i tifosi napoletani sono pronti ad accogliere gli azzurri nella prima partita ufficiale nello stadio intitolato all’idolo napoletano.

di Alessandra Criscuolo

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità