Scomodo, 1 maggio a Scampia per parlare del riscatto delle Vele

23
Informareonline-Vele
Pubblicità

“La storia del comitato e della lotta parte dall’incontro e l’unione di famiglie per rivendicare semplicemente diritti, al lavoro e alla salute, non solo sui tavoli istituzionali ma anche nelle strade. Il Comitato Vele ha assunto il ruolo di risvegliare gli abitanti dalla rassegnazione.”

Sono le parole di Omero Benfenati, volto storico del Comitato Vele di Scampia, che si possono trovare nell’articolo realizzato dalla giovanissima realtà editoriale di Scomodo, che a più di un anno dall’abbattimento della Vela Verde ha realizzato un fotoreportage per raccontare la storia di resistenza e di riscatto di Scampia ed il lavoro straordinario portato avanti negli anni dal Comitato Vele.
“Si parla di una realtà che sta portando gente appena uscita da galera a rivendicare il diritto al lavoro. Ci sono ragazzi che stanno creandosi una seconda possibilità, cresciuti nell’allora piazza di spaccio più grande d’Europa, c’è qualcosa di più rivoluzionario?”
Conclude così Omero, nel lavoro che porta la firma di Ciro Amitrano, Matteo Giacca e Matteo Magnoni, tutti di attivisti di Scomodo.

È proprio per presentare questo lavoro che i ragazzi e le ragazze di Scomodo danno appuntamento il 1 maggio al dibattito con il comitato vele con presentazione del fororeportage (ore 17), proprio al cantiere 167 di Scampia, luogo simbolo della svolta impressa al destino del Rione stesso.

Pubblicità
Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità