sciopero benzina

Sciopero dei benzinai fino a domani: ma chi resta aperto?

Gianrenzo Orbassano 25/01/2023
Updated 2023/01/25 at 10:51 AM
3 Minuti per la lettura

È partito ieri lo sciopero annunciato dai sindacati dei benzinai. Lo sciopero è partito dalle 19 della giornata di ieri, fino alla stessa ora di domani 26 gennaio. Stesse date per le autostrade, ma l’orario di riferimento sono le 22.

Confermato dunque lo sciopero contro il decreto del Governo sulla trasparenza dei prezzi. Gli impianti di rifornimento carburanti, compresi i self service, rimarranno chiusi per 48 ore consecutive in tutta Italia. A niente sono serviti i tavoli tecnici dei giorni scorsi.

Ma quali sono i motivi dello sciopero?

Lo scontro tra benzinai e Governo riguarda il decreto trasparenza che prevede i seguenti punti: obbligo di comunicazione della variazione dei prezzi della benzina. Obbligo settimanale e non giornaliero; chiusura per omessa comunicazione dopo quattro omissioni in 60 giorni, non più dopo tre giorni, senza limiti temporali anche non consecutivi; sanzioni per omessa comunicazione che vanno da un minimo di 200 euro ad un massimo di 800 euro (dipende dal fatturato della pompa). Ma i gestori delle pompe di benzina non hanno preso bene questa misura perché ritengono queste decisioni controproducenti e che facciano ricadere su di loro la colpa della speculazione attuale.

Ma quali pompe di benzina resteranno aperte?

Secondo quanto pubblicato sul sito della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome, saranno 175 gli impianti attivi in questi giorni di sciopero sull’intera rete autostradale, sul Grande Raccordo Anulare di Roma, sulla tangenziale di Napoli e su alcune strade consolari equamente distribuite in tutta Italia.

In particolare rimarranno aperte 19 stazioni di servizio sull’autostrada A1, 10 sulla A3, 15 sulla A4, 3 sulla A5, 4 sulla A6, 5 sulla A7, 2 sulla A8-A9, 6 sulla A10, due sulla A11, 8 sulla A12, 4 sulla A13, 20 sulla A14, 4 sulla A15 e sulla A16, 3 sulla A18 e sulla A19, 2 sulla A20, 6 sulla A21, 7 sulla A22, 2 sulla A23, 3 sulla A24, 2 sulla A25, 6 sulla A26, 2 sulla A27, sulla A28,sulla A30 e sulla A31, 3 sulla A32 e sulla A50, due sulla A51, una sulla A52, 4 sulla A55, 2 sulla A57, 3 sulla tangenziale di Napoli, 4 sul Gra e 2 sulla Roma-Fiumicino.

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *