sciopero benzinai carburante

Sciopero benzinai, schizza il prezzo del carburante

Redazione Informare 27/02/2022
Updated 2022/02/27 at 11:25 AM
2 Minuti per la lettura

Aumentano vertiginosamente i prezzi del carburante. L’effetto dei colpi della guerra russo-ucraina comincia a farsi sentire anche da noi in Italia e uno sciopero dei benzinai per il caro carburante potrebbe essere sempre più concreto.

Le Federazioni Faib Confesercenti, Fegica Cisl e Anisa Confcommercio – che rappresentano i gestori dei servizi di rifornimento di carburanti in autostrada – annunciano lo stato di agitazione della categoria e sono pronti a uno sciopero generale il 28 febbraio prossimo in relazione all’aggiornamento del Piano di ristrutturazione della rete delle aree di servizio sulle autostrade.

Le medie dei prezzi praticati comunicati dai gestori all’Osservatorio prezzi del ministero dello Sviluppo economico su circa 15mila impianti indicano: benzina self service a 1,859 euro/litro (+2 millesimi, compagnie 1,868, pompe bianche 1,837), diesel a 1,733 euro/litro (+2, compagnie 1,740, pompe bianche 1,717). Benzina servito a 1,986 euro/litro (+3, compagnie 2,036, pompe bianche 1,890), diesel a 1,865 euro/litro (+3, compagnie 1,915, pompe bianche 1,770). Gpl servito a 0,818 euro/litro (invariato, compagnie 0,825, pompe bianche 0,810), metano servito a 1,776 euro/kg (+1, compagnie 1,814, pompe bianche 1,747), Gnl 2,146 euro/kg (+3, compagnie 2,156 euro/kg, pompe bianche 2,139 euro/kg).

Quanto ai prezzi sulle autostrade, la benzina self service 1,942 euro/litro (servito 2,157), gasolio self service 1,831 euro/litro (servito 2,053), Gpl 0,923 euro/litro, metano 2,028 euro/kg, Gnl 2,139 euro/kg.

Gasolio e benzina hanno raggiunto livelli esorbitanti, che non si vedevano così da anni, con costi stellari, superiori anche all’ultimo grosso periodo di crisi intercorso tra il 2014 ed il 2015.

Lo sciopero dei benzinai riguarda anche le concessioni ai privati dei servizi delle aree in autostrada. E proprio qui andrà in atto, con tutta probabilità, tutta una serie di sit-in di protesta da Nord a Sud in tutta Italia, con la data in nero sul calendario prevista per lunedì 28, l’ultimo giorno di febbraio.

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.