Scegliere di parlare può salvarti la vita

Gianrenzo Orbassano 12/10/2023
Updated 2023/10/12 at 3:05 AM
5 Minuti per la lettura

Scegliere di parlare può salvarti la vita. Mantenere la connessione con se stessi è il valore inestimabile che non dovremmo perdere.

Mi rivolgo a te. La realtà è che il silenzio, spesso, può sembrare un rifugio. Magari lo è. Ad esempio, io che ti scrivo conosco tanto bene il rumore, le parole, il farsi sentire. Ma a volte, desidero così tanto il silenzio, il nascondersi. Una persona molto saggia, tempo fa, mi insegnò il valore del silenzio. Il potere e la volontà di scappare. Ma in questo caso – e tu sai bene a cosa mi riferisco – lasciare dietro tutti i problemi che vantaggio dà? Come riusciamo seminarli?

Parlare può salvarti la vita

Mantenere il silenzio, oltre ad essere isolante, può portare a un senso di impotenza e disperazione. Ci hanno sempre detto che chiedere aiuto è un segno di forza e resilienza. Questo termine ormai in voga. È il riconoscimento che nessuno è in grado di affrontare le sfide da solo.

Posso permettermi solo di dirti che se tu vuoi, la via di fuga c’è. Così come tu puoi rimanere in silenzio, tu puoi parlare. Parlare può salvarti la vita. Con chi parlare? Io non ho mai parlato con la mia famiglia, non mi sono mai sentito capito appieno. Forse tu conosci questa sensazione. Io ho trovato quella forza di parlare a qualche amico. Si contano sulle dita di una mano. Ho avuto il coraggio di parlare con un professionista. Ma la via di fuga, la scelta di parlare con quel tuo amico, con quel professionista, quella scelta che potrebbe garantirti un ascolto diretto con la profondità delle tue angosce, resti sempre e soltanto tu a seguirla. Tu puoi scegliere di parlare.

La capacità di connettersi con se stessi

Non è un atto di debolezza, ma un atto di autenticità e umanità. Non si tratta di scappare via dalla solitudine, che in molto scambiano per isolamento (cosa ben diversa!). Io e te sappiamo quanto possa essere cara e preziosa la solitudine. La sofferenza umana è un’esperienza universale, ma la capacità di connettersi con se stessi, di scegliere di parlare e di farsi aiutare è una risorsa inestimabile. Noi due sappiamo quanto possa valere il silenzio. Ma quando questo silenzio arriva ad inghiottirci e ad alzare muri alti quanto grattacieli, scegliere di abbatterli è il primo passo per superare le sfide e cercare una via d’uscita da quella morsa bastarda che ti prende anche nei momenti di apparente benessere.

In un mondo che…

Avrai capito che questo non è il solito articolo. Non starò qui a dirti di dormire bene o di fare tanto sport. Non ti dirò di curare i tuoi legami, conosco la difficoltà di oggi nello stringere rapporti.

Le parole che voglio condividere con te oggi sono il riflesso di un profondo desiderio di vederti prosperare, di vederti superare le sfide che la vita ci presenta. In un mondo che spesso sembra aver perso la bussola e dove l’isolamento può essere un rifugio tentatore. In un mondo che ha perduto umanità. I social media, la tecnologia, e l’ansia della performance possono farci sentire sempre più distanti dagli altri. Io ti scrivo con la speranza di aprirti gli occhi su una verità incontestabile: l’importanza di rimanere connessi.

È un dato di fatto che la nostra società sia giunta a un punto critico. L’isolamento sembra essersi diffuso come un’infezione, e sempre più persone si chiudono in un silenzio soffocante. Ma io credo che questo non debba essere il nostro destino, né il tuo. Prendi quell’amico, prendi quell’occasione di parlare con quel professionista. Scegli di parlare.

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *