Informareonline-tabaccaio

Scarcerato il tabaccaio che rubò Gratta e Vinci da 500mila euro ad un’anziana

Pasquale Di Sauro 07/02/2022
Updated 2022/02/07 at 3:31 PM
2 Minuti per la lettura
Scarcerato il tabaccaio che rubò il “Gratta e Vinci” da 500mila euro a un’anziana

Arresti domiciliari

Gaetano Scutellaro, il tabaccaio diventato famoso per aver rubato un Gratta e Vinci da 500 mila euro a un’anziana, è stato scarcerato. Secondo la perizia psichiatrica, l’uomo non era capace di intendere e volere così come ha sempre sostenuto il suo avvocato Vincenzo Strazzullo, il quale è riuscito ad ottenere gli arresti domiciliari per il suo assistito.

Il furto del tabaccaio

La vicenda risale al 3 settembre scorso. Una donna di 77 anni, originaria di Materdei, acquistò un “Gratta e Vinci” – risultato vincente – presso la tabaccheria gestita dalla famiglia di Scutellaro. Quando la donna chiese una conferma della vincita, Scutellaro prese il biglietto e  fuggì a bordo di uno scooter. Il tabaccaio venne poi arrestato all’aeroporto di Fiumicino, dove si era recato con l’intenzione di partire per le Canarie.

Incapace di intendere e volere

L’avvocato Vincenzo Strazzullo ha sempre sostenuto che Scutellaro fosse incapace di intendere e di volere e che non potesse essere curato in carcere. A confermare la tesi del legale è anche la dott.ssa Adele Masi, la psichiatra consulente del gip Marco Giordano. Nella relazione della perizia – riportata dal Mattino –  si legge:«Era in uno stato di incapacità parziale di intendere e volere».

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *