San Valentino Stories: la trilogia d’amore targata Alessandro Siani ambientata a Napoli

Denise Capezza e Gigi & Ross protagonisti di San Valentino Stories - Photo credit Gabriele Arenare

Questa mattina si è tenuta l’anteprima nazionale del film “San Valentino Stories” presso il Cinema Metropolitan di Via Chiaia, un film ambientato a Napoli, diviso in tre episodi e nato dall’idea di Alessandro Siani.

Ha introdotto Andrea Cannavale che, insieme al fratello Alessandro, è il produttore del film per Run Film con Rai Cinema: «Dopo la nostra esperienza del film “Vieni a Vivere a Napoli”, abbiamo incontrato Alessandro Siani, eterno innamorato di Napoli e attento scopritore di giovani talenti napoletani. Ci siamo domandati perchè non fare un film sull’amore a Napoli, la città che ha sempre vissuto e vive di energie positive. Quindi l’idea di Alessandro è stata quella di affidare queste tre storie, tre visioni differenti dell’amore a tre giovani registi: Antonio Guerriero, Emanuele Palamara e Gennaro Scarpato. Ognuno dei registi è stato chiamato a confrontarsi con tre temi importanti, un film dai toni della commedia che vuole valorizzare tre zone meravigliose del nostro territorio che hanno la forza del mare come tema comunicante: Posillipo, Nisida e Pozzuoli. Prendendo spunto dalla grande tradizione italiana dei film a episodi nasce l’idea di questo lungometraggio, una commedia brillante realizzata con un budget molto contenuto grazie all’impegno di una squadra di produzione giovane e fortemente motivata. Produttivamente abbiamo avuto il sostegno di Rai Cinema e l’apporto finanziario di aziende e imprenditori del territorio che sono rimasti affascinati dal progetto. Infine il contributo fondamentale della Regione Campania e la collaborazione della Film Commission».

 

 

Il primo episodio dal titolo “Per Amor di Dio” con la regia di Antonio Guerriero, vede come protagonisti Pasquale Palma e Denise Capezza con Mario Porfito, Antonella Morea e Luana Pantaleo. Le parole del regista: «Voi ci credete quando vi dicono “Siete troppo diversi per stare insieme?”, ecco questo film è la prova che quando ci si innamora non esistono diversità, non esistono barriere, non esistono limiti. In questo periodo di forti contrasti religiosi nel mondo, sentivo l’esigenza di cercare, o almeno di raccontare, che un punto di incontro tra diversi credi religiosi fosse possibile, e oggi credo che l’unico modo per superare l’odio che accompagna la diversità sia l’amore. Amare è un gesto di grande generosità, perché ogni giorno regaliamo una parte sincera di noi stessi agli altri. Spero che questo episodio “Per amor di Dio” possa con il divertimento aiutare a credere di più in se stessi, a credere nelle emozioni vere, a raggiungere quella pace interiore che possiamo trovare solo seguendo la via deII’amore».

Il secondo episodio dal titolo “L’isola di Cioccolato” con la regia di Emanuele Palamara, vede come protagonisti Giovanni Buselli e la giovanissima (appena 17enne) Noemi Sales con Alan De Luca e Massimiliano Rossi. Le parole del regista: «Considero il genere, in questo caso la commedia, uno strumento funzionale per raccontare una storia, in modo che lo spettatore possa ridere ed emozionarsi ma allo stesso tempo creare empatia con i protagonisti e fare suo quel tema sociale. I personaggi che vado a raccontare vivono una vita cruda in un posto paradisiaco. Questo film è un occhio che spia attraverso le sbarre la vita dei ragazzi di Nisida, così come i ragazzi a loro volta osservano il mare a quadrettini. L’amore diventa motore del cambiamento, la libertà è l’ingrediente fondamentale per vivere questo amore».

 

 

Il terzo episodio dal titolo “Carichi di Meraviglia” con la regia di Gennaro Scarpato, vede come protagonisti Gigi (Luigi Esposito) & Ross (Rosario Morra) ed Elena Sotgiu con Alessandro Bolide, Gianni Ferreri e Rosaria De Cicco. Le parole del regista: «”Carichi di meraviglia” è un divertente viaggio in uno spaccato di un’Italia dove la burocrazia e la legge mette i bastoni tra le ruote all’amore e al sentimento, quello vero. Una storia che racconta quanto è difficile adottare una bambina “grazie” alla miriade di cavilli e dettagli che la costituzione ci impone. Quest’episodio, attraverso l’arma del sorriso, vuole colpire il pubblico nella sua coscienza civile facendolo porre una domanda dall’inizio alla fine della storia: “Ma io… al posto loro… cosa farei?”. I protagonisti, per amore di una bambina che viene dall’Africa e che loro hanno sostenuto a distanza da anni, forse non sceglieranno sempre di fare la cosa giusta ma passo dopo passo riusciranno a raggiungere il tanto atteso lieto fine… perché alla fine la legge che vince su tutto è sempre l’amore. Una favola moderna dove “la strega cattiva” sono i servizi sociali, dove “il mago Merlino” è uno strampalato avvocato che cercherà in tutti i modi di trovare una strada che possa portare al raggiungimento della felicità dei due protagonisti. Due protagonisti che, non a caso, sono due guide turistiche che porteranno lo spettatore/visitatore attraverso la magica atmosfera di Pozzuoli vista sotto tutt’altra veste. La Pozzuoli storica (quella del tempio di Serapide, del rione Terra, degli antichi scavi romani) che fa da cornice a una storia che, forse, in qualsiasi epoca avrebbe avuto gli stessi problemi a proseguire. La regia vi farà vivere in prima persona il sentimento di Gigi e Ross le loro paure, il loro non voler prendersi responsabilità. Un modo di far cinema che porterà il pubblico a fare lo stesso identico percorso emozionale dei protagonisti facendolo tornare a casa… Carico di meraviglia».

 

Il film uscirà nelle sale cinematografiche il giorno di San Valentino 14 febbraio 2018.

di Gabriele Arenare

 

About Gabriele Arenare

Classe '88. Laureato in Informatica (Tecnologie Multimediali), presso il dipartimento di Scienze e Tecnologie dell’Università degli Studi di Napoli "Parthenope". Diplomato in Fotografia pubblicitaria, Grafica pubblicitaria ed editoriale e Web Design presso l’ILAS (Istituto Superiore di Comunicazione visiva) a Napoli.