#SalottoInstagram: Lino Vairetti ospite del quarto appuntamento

informareonline-lino-vairetti-(1)

Ci sono gruppi che, pur essendo lontani dal mainstream, per l’arte che hanno prodotto si sono conquistati l’appellativo di “Leggenda”, è il caso degli Osanna, autentici fenomeni del prog-rock mondiale.

Ho incontrato nel virtuale #salottoinstagram di Suono Libero Music, il loro leader storico, Lino Vairetti, che si è raccontato attraversando alcuni dei punti salienti di questa straordinaria storia musicale.

La band nata nel 1970 con una formazione che vedeva Lino Vairetti (voce), Danilo Rustici (chitarra solista), Massimo Guarino (batteria), Lello Brandi (basso) ed Elio D’Anna (flautista/sassofonista, ex Showmen) ha attraversato con successo tutta la decade pubblicando gli album “L’Uomo” ,”Preludio, Tema, Variazioni e Canzona” (colonna sonora del film Milano calibro 9, di Fernando Di Leo con la supervisione di Luis Bacalov), “Palepoli”, “Landscape of life”, “Suddance”.

Poi uno stop improvviso, ognuno segue altri progetti, Vairetti diventa un apprezzato fotografo (scultore già lo era, anche per studi). E’ la fine degli Osanna? Macchè, la band, torna nel ’99 al Neapolis Rock Festival, in una nuova formazione ed incide il disco Taka Boom.

Altra piccola pausa e nel 2008 si ritrovano. A Vairetti si affiancano  il figlio Irvin Luca (voci e programmazione tastiere), Fabrizio Fedele (chitarre), Sasà Priore (piano e tastiere), Nello D’Anna (basso) e Gennaro Barba (percussioni) incidono il CD dal titolo Prog Family a nome Osanna/Jackson.

Tanti gli ospiti del progetto, tra questi  David Jackson, storico sax dei Van Der Graaf Generator. Altre preziose guest del disco sono con Gianni Leone (Balletto di Bronzo), TM Stevens (Steve Vai, Joe Satriani, etc.), David Cross (ex King Crimson), Solis String Quartet e altri nomi del panorama prog/rock internazionale.

Durissima, in questi giorni, l’invettiva social di Vairetti contro la speculazione sulla vendita delle mascherine a prezzi maggiorati. Il cantautore rincara la dose: «E’ una cosa indegna che mascherine che costano pochi centesimi siano vendute al quadruplo del valore di mercato quando dovrebbero essere un bene comune. Ma ciò che mi fa più arrabbiare è la classe politica che fa campagna elettorale. Alcuni- continua Vairetti- stanno provando a fare la loro parte ma per altri questa pandemia è un palcoscenico».

Un pensiero agli “eroi” in camice bianco è però sentito: «Poi abbiamo medici ed infermieri che, pur essendo impreparati, stanno rischiando in prima persona la loro vita per seguire la loro missione»

Ma la quarantena è dura per tutti, per gli artisti in primis. Come la vive il cantante degli Osanna?

«Non mi posso lamentare, vivo in questa mia casa-studio. Sono un privilegiato perché riesco ad affrontare i miei bisogni economici, ma penso alle famiglie che non possono farlo e mi rattristo. Il mio compagno fedele di questi giorni è Arek, il mio cane pastore tedesco, con cui passo le mattinate giocando in giardino».

E continua così sulla crisi del mondo dello spettacolo: «Il problema è molto grave. Gli artisti più grandi possono stare fermi anche un anno tra diritti d’autore e proventi accumulati. Ma è una battaglia per della scena musicale indipendente, per i service audio, e per tutti gli operatori del settore spettacolo che hanno visto fermare l’industria che produceva il loro sostentamento».

Ma gli Osanna sono più che mai attivi, in preparazione il disco del cinquantennale, intitolato “Il Diedro del mediterraneo” dalla loro fondazione, ma la pandemia ha bloccato la pubblicazione: «Il nuovo progetto sarebbe dovuto uscire per giugno ma il coronavirus ce lo ha impedito. A questo punto è possibile che rimanderemo tutto al periodo natalizio dato che, per forza di cose, inizieremo le registrazioni in ritardo».

In arrivo anche il docufilm “L’Uomo del Prog” di Deborah Farina ed il libro “Sulle note di un veliero” scritto da Franco Vassia.

Intanto, per il MEI (meeting delle etichette indipendenti) hanno realizzato un bellissimo videoclip (rigorosamente home registrato con smartphone) della celebre “L’Uomo” che, l’artista napoletano, ha regalato in versione acustica al pubblico dei social di #salottoinstagram, alternandosi con un arrangiamento acustico tra tastiera e chitarra.

informareonline-lino-vairetti (2)
Foto di Riccardo Piccirillo

Gli Osanna li ami e li segui se sei fan del prog, e ciò rende fiero il loro leader: «Ci ho sempre creduto ed è solo amore per quello che faccio. Chi ha sposato l’idea del progetto lo fa perché crede in questa avventura. Ogni musicista della band vive facendo lezioni di musica, produzioni e quant’altro sia necessario, ma porta la nostra musica nel cuore ed è sempre pronto a scendere in campo».

Ma Vairetti è un uomo carismatico ed un performer di alto livello. E regala un’altra gemma, una versione acustica di “El Tor”, canzone incisa nel ’75 con i Città Frontale, che fu scritta due anni prima quando c’era il Colera a Napoli: «Il titolo di questa canzone deriva dal nome scientifico del Colera che era, appunto, El Tor. Mi ricorda molto la situazione del covid-19 di oggi e quell’atmosfera che vivemmo allora».

Sono tanti i ricordi e gli aneddoti che Vairetti mi ha consegnato. Tra gli scatoloni pieni di cimeli e negativi di foto nel garage, tra queste fotografie per Pino Daniele per gli shooting del 45 giri di “Che calore”, le copertine degli album da lui stesso disegnate o tratte da sue sculture, fino all’amore sminusrato per Umberto Eco a cui ha dedicato l’album “Pape Satàn Aleppe“: «Per me Eco, con Picasso ed Einstein è un mito. Per questo motivo gli ho e dedicato un album prendendo spunto dal titolo di un suo libro e costruendoci intorno una storia in napoletano».

La pandemia ci ha chiusi nelle mura domestiche ma Vairetti ha uno spunto: «State a casa, cercate di coltivare un pensiero creativo. Prendete un quaderno e fatelo diventare un diario aggiornandolo ogni giorno. Può nascerne anche una poesia che, magari non sarà divulgata, ma farà bene a noi, alla nostra anima ed alla nostra autostima».

di Nando Misuraca

www.suonoliberomusic.com

 

Print Friendly, PDF & Email