A pochi giorni dalla data del “Playlist Tour”  (rigorosamente sold out) al teatro Palapartenope, chi ha assistito allo spettacolo di Salmo si è reso conto dei suoi numeri.

Quando parliamo di numeri, non si tratta di semplici visualizzazioni su You Tube o follower sui social, perchè i numeri reali di un artista sono verificabili solo nella realtà con tour ed instore.
Se parliamo di Salmo (alias Maurizio Pisciottu), non c’è bisogno di presentazioni perché ad oggi “tutti sanno il nome” (citandolo): rivoluzionario nella scena hip hop italiana e tra tutti i numeri, il numero uno.

Prima di arrivare alla data del 14 Marzo, facciamo un passo indietro: il 9 Novembre 2018 esce il suo quinto album, “Playlist”, preceduto da metodi di promozione singolari attraverso esibizioni per le strade di Milano travestito da senzatetto, o ancora la pubblicazione di spot su un sito per adulti.

A seguito di questa particolare promozione, non è stato solo il pubblico dell’artista ad esaltarsi, bensì l’intero panorama hip hop che sull’album Playlist ha riposto numerose aspettative, tutte soddisfatte.

Musica da record

Veniamo però ai suoi numeri: più di dieci milioni di streaming su Spotify, record assoluto in Italia.

Un milione e mezzo di iscritti su You Tube e sui suoi profili social che però contano in maniera relativa: i numeri di Salmo si sono rivelati verificabili in tour.

informareonline-salmo-2

Tutte le date sold out. Circa 7000 persone hanno riempito il teatro Palapartenope il 14 Marzo per assistere al concerto dell’artista che, sotto questo profilo, è una garanzia: domatore del palco nella maniera più assoluta, e oltretutto, di grande profilo culturale.

informareonline-salmo-4

Toccante si è rivelato il suo omaggio a Pino Daniele nella sua data in terra Partenopea. Esilarante il suo travestimento da Super Mario, prima di scaldare il pubblico con il suo assolo di batteria.

Umana la sua trasgressione delle regole che non permettevano agli spettatori di possedere bottiglie d’acqua in sala, fornita poi dallo stesso artista nelle prime file.

Il concerto

Al di là delle qualità artistiche, Salmo è da record anche per quanto riguarda la concezione scenografica del suo spettacolo: Il palcoscenico diventa un set cinematografico, dove attraverso il maxischermo si osserva come scorre una giornata sulla città.

24 ore su uno schermo, dove nasce l’alba sulle note di “L’alba” e “7am”, o piove sulle note di “Lunedì”.

informareonline-salmo-1

Uno spettacolo concettuale, fatto ad arte per una folla numerosa, composta spesso da fan che lo seguono dagli albori della sua carriera, e che nel momento in cui le note di “1984” e “La prima volta” si fanno spazio (veri e propri capolavori nella carriera dell’artista), uniscono la loro voce in quella che appare quasi una celebrazione spirituale.

Ecco che qui si vede la vera forza di artisti come Salmo: personalità, arte, capacità e voglia di sorprendere. Questo è ciò che lo rende un artista da record e non solo dei numeri, ma soprattutto a livello morale.

Servizio di Daniela Russo
Foto di Attilio Scalesse

 

Print Friendly, PDF & Email