Sagi Rei ospite a El Primero Club

29

Venerdì 19 Luglio è andato in scena, nella splendida cornice dell’Eco Parco, nel locale El Primero Club, un concerto live di un grande artista: Sagi Rei.
Noi di Informare abbiamo avuto il piacere di intervistarlo con alcune domande che ripercorrono un po’ la sua carriera, dandoci anche importanti informazioni sui suoi progetti futuri.

Dove nasce la tua passione per la musica?

«Io penso che la mia passione verso la musica sia nata già in tenera età, grazie ai miei genitori. Dato che mia mamma suonava il clarinetto e la fisarmonica in una band e mio padre ascoltava sempre musica di ogni genere ad ogni ora del giorno».

Poi improvvisamente arriva l’idea geniale di realizzare delle cover dei brani dance anni 90’ più famosi come “What is love” e “L’amour  toujours” con il tuo primo album “Emotional songs”…

«L’idea di realizzare cover acustiche nasce dal mio concetto di musica stesso: poiché ad inizio carriera suonavo già in piccoli club concerti in formazione acustica, ed ero anche molto legato a quel genere dance che da giovane ballavo nelle discoteche si è deciso insieme di realizzare qualcosa di unico.
Onestamente all’inizio non mi aspettavo tutto questo successo, dato che l’album e nato quasi per scherzo».

Da lì il lancio improvviso della tua carriera che ti ha reso famoso in tutto il mondo, alcuni risentimenti a riguardo?

«Non c’è assolutamente niente di cui mi penta al giorno d’oggi. Ho iniziato la mia carriera realizzando il mio primo album già quando ero trentenne, e sono molto contento del successo che alla fine ha ottenuto, dato che alla fine ho fatto quello che più mi piace in assoluto: seguire la mia passione».

Seguendo la scia di questo grande successo, quali sono i tuoi progetti per il futuro?

«Sto lavorando sul mio nuovo album di inediti che uscirà ad Ottobre di quest’anno, tuttavia non so ancora il titolo vero e proprio, in realtà ci sto pensando ancora».

Cosa consiglieresti a dei giovani come noi che vogliono avvicinarsi al mondo della musica, inseguendo proprio il tuo esempio, ovvero trovando il coraggio di seguire le proprie passione?

«Certo, oggi i tempi sono cambiati: Quando incisi il mio primo album, contemporaneamente nacque YouTube, la piattaforma più famosa al mondo.
Io consiglio magari di provare anche a promuoversi da soli, magari girando un video e caricandolo, in modo che arrivi a più gente possibile.
Per chi vuole suonare uno strumento la cosa più importante è lo studio, mentre per fare il cantante è importante perseverare e se deve succedere, succederà.
Adesso è molto più difficile emergere, ma ognuno deve crederci fino in fondo».

Augurando il meglio ad un grande artista come Sagi Rei, lo ringraziamo per la sua disponibilità e per la cortesia che lo contraddistingue.

di Andrea Antonio Grassia

Print Friendly, PDF & Email