“Scrivi” di Paolo Acampora

Torna la nostra rubrica con una breve poesia sulla bellezza, e la conseguente importanza, dell’arte dello scrivere.

Scrivi

Parla alla carta,
che sia giorno, sia notte,
che tu sia allegro o sia triste;
scrivi.
Scrivi perché di una brutta giornata
resti solo una bella poesia,
scrivi per cambiare te stesso,
scrivi, per ricordare chi sei.
Scrivi a tua madre, a tuo padre,
ai cugini, agli amici,
scrivi a chiunque,
scrivi a te solo e non altri.
Scrivi per dipingere il sole,
per inventare il mondo,
scrivi per sapere,
scrivi, per raccontare.
Non salverà dalla morte,
non farà crescere alberi,
non cambierà le persone che hai intorno,
perché nulla potrà fare luce sul mondo,
sul caos e sul caso.
Ma ogni cosa – tu anche –
sarà più bella,
se scrivi.

di Paolo Acampora

About Redazione Informare

Magazine mensile, gratuito, di promozione culturale edito da Officina Volturno, associazione di legalità operante in campo ambientale, sociale e culturale.