Leggere che passione

RUBRICA. Leggere che passione

Redazione Informare 23/02/2023
Updated 2023/02/22 at 12:56 PM
4 Minuti per la lettura

Alessandro Robecchi – I cerchi nell’acqua- Sellerio Ed. Palermo

Scene intricate, parole che si presentano stringate ed essenziali, fili che si perdono per ricomporsi desiderose di seguire il proprio sentiero. Il romanzo di Robecchi palpita e scalpita come e più nella migliore tradizione noir: sussurri a colmare le indecisioni, la melanconia ad accompagnare il tempo che separa

l’alito dal respiro. Come nelle piccole e pericolose onde opera del fiero sasso nell’acqua, così muovono passi due poliziotti a caccia di uno scassinatore introvabile e di un criminale appena evaso. La tavola è imbandita per lo sprovveduto lettore, che alquanto sorpreso, apprende che uno dei due segugi è titolare di una segreta missione: indagare il collega. Buona lettura.

Steven Nadler/Lawrence Shapiro – Quando persone intelligenti hanno le idee stupide – Raffaello Cortina Ed.

Titolo esplicativo che a pieno merito entra a far parte della collana “Scienza e Idee” fondata da Giulio Giorello. Sentiero tortuoso eppure generoso di indizi: si dipana la nebbia sul come i “contrari per principio” e i “professionisti del NO” si avvalgono di prove insufficienti per dimostrare l’impossibile; una pseudo arte per negare evidenze a chi non la pensa allo stesso modo.

Potrebbero starsene tranquillamente a casa. Quale è la differenza tra l’esprimere la propria opinione e mentire? Gli autori, seppur con animo e parole caustiche, provano a districare una materia complessa; a mio parere ci riescono efficacemente.

Igor Tuveri – Quaderni ucraini diario di un’invasione – Oblomov Ed.

Telefonate, interviste, lettere ed altro ancora, tutto materiale raccolto da Igort (pseudonimo di Igro Tuveri). Sgomento, amarezza, rabbia, sono i sentimenti che vivono in questo racconto disegnato. L’affetto per la terra ucraina e per le persone che la abitano rende maggiormente penosa ed avvilente una vergognosa pagina mai sufficientemente divulgata.

È la storia di una guerra infame, come tutte le guerre e che a dispetto di ciò che vomita il dittatore russo e la sua cricca, produce odio, rancore, lacerazioni irrimediabili che anche l’occidente farà bene a comprendere e ricordare. Occidente che troppe volte, ha preferito il torcicollo alle evidenze dell’immediato futuro.

Leggere che passione

Delia Owens – La ragazza della palude – Solferino Ed.

Primo romanzo di Delia Owens che si offre ai lettori con un racconto forte, feroce, ricco di delicate sensibilità e di orridi luoghi comuni. Si pasteggia con croccantini intrisi di veleni razziali, di giudici togati e “giustizieri” tronfi di iniquità: tutti intenti a confezionare sospetti e a non esitare nell’esprimere condanne rabberciate.

La Palude, indiscusso scenario del racconto, custodisce segreti ma non per Kia, coccolata da sempre dalle creature che abitano quel territorio. A chi si avventura in questa lettura un solo preavviso: prepararsi a sipari improbabili e prestare attenzione a profumi e pensieri ipnotici poiché non ci sarà alcuna rete di protezione. 

di Raffaele Mercaldo

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *