Rosaria Iazzetta vince il premio “COMEL Vanna Migliorin Arte Contemporanea”

Premio COMEL

Lo scorso sabato 28 ottobre 2017, nell’affollatissima galleria Spazio COMEL Arte Contemporanea, ubicata nel centro di Latina, si è svolta la cerimonia di premiazione dei vincitori del Premio COMEL Vanna Migliorin Arte Contemporanea. La galleria ha ospitato la mostra delle 13 opere finaliste di quest’anno.

Giunto alla VI edizione, il Premio COMEL è una realtà singolare nell’ambito dei concorsi d’arte, in quanto promuove l’utilizzo dell’alluminio come materiale principale delle opere in gara, esaltandone le caratteristiche estetiche, artistiche, comunicative e compositive. Nato nel 2012 in memoria dell’imprenditrice Vanna Migliorin,  appassionata d’arte e grande mecenate, è promosso dalla CO.ME.L. (Commercio Metalli Latina) e organizzato dai figli della compianta Vanna: Maria Gabriella Mazzola e Adriano Mazzola.

 

Rosaria Iazzetta premiata da Adriano e Gabriella Mazzola
Rosaria Iazzetta premiata da Adriano e Gabriella Mazzola

 

Il Premio della Giuria, presieduta da Giorgio Angisola, è stato conferito a Rosaria Iazzetta e alla sua opera Senza Titolo. Docente d’arte presso l’Accademia di Belle Arti di Napoli, è una scultrice-artigiana che dona nuova vita al materiale di scarto facendo opere d’arte. Fortemente legata alla sua terra, l’artista, molto attiva nel sociale, ha dedicato il suo premio a tutte le donne impegnate in ambiti solitamente ritenuti “maschili”, ribadendo che la scultura non è una questione di genere, ma un atto d’amore indipendente, libero e grandioso!. La sua opera è stata scelta per la grande perizia con cui l’alluminio è stato saldato e modellato, unita alla suggestiva creazione di un essere antropomorfo di grande impatto drammatico e avveniristico.

Tre le menzioni speciali, assegnate al torinese Lele De Bonis per l’opera Sigmund, al fiorentino Lorenzo Galligani per l’opera Acqua e al londinese George King per l’opera Holding Pattern. Ad Emilio Alberti, infine, è stato conferito il Premio del Pubblico con l’opera Tempesta (Onda).

di Teresa Lanna

About Teresa Lanna

Laureata in "Lingue e Letterature Straniere" nel 2004, nel 2010 ha conseguito la Laurea Magistrale in "Arte Teatro e Cinema" presso l'Università degli Studi di Napoli "L'Orientale". Tra le sue più grandi passioni, l'Arte, la Fotografia, il Cinema, la Letteratura, la Musica e la Poesia. Grande sostenitrice dell'Art.3 della Costituzione Italiana, è da sempre allergica ad ogni tipo di ingiustizia sociale. In vetta alla classifica delle città che ama di più ci sono Napoli e Firenze.