È iniziato, questa mattina all’alba, l’abbattimento di otto costruzioni, tra ville, capannoni e piscine, riconducibili al clan Casamonica. Sul posto circa 100 uomini tra polizia, polizia locale e carabinieri. L’operazione di oggi fa seguito al primo sgombero e abbattimento di otto villette avvenuto il 20 novembre del 2018 grazie al lavoro portato avanti nell’ambito all’Osservatorio territoriale della sicurezza del VII Municipio, coordinato dalla Prefettura di Roma.

Il complesso interessato sorgeva al confine tra Roma e Ciampino su un terreno con conclamati vincoli archeologici. Delle sette abitazioni che lo componevano, sei erano state date ad affittuari, mentre il più grande era in uso di Ferruccio Casamonica. Per le famiglie sgomberate, verrà proposta la presa in carico presso il circuito di accoglienza capitolino.

L’operazione è stata annunciata questa mattina, tramite un post su Facebook, da parte di Monica Lozzi, presidente del VII Municipio della Capitale, queste le sue parole: «A DUE ANNI DALLA DEMOLIZIONE DELLE 8 VILLE DEI CASAMONICA, OGGI È IN CORSO UNA NUOVA OPERAZIONE DI RIPRISTINO DELLA LEGALITÀ SEMPRE DA PARTE DEL MUNICIPIO VII. Con le demolizioni che avverranno oggi a via Fratelli Marchetti Longhi, nella zona di Gregna Sant’Andrea, arriveremo a 18 immobili riconducibili alla famiglia Casamonica abbattuti. È la dimostrazione che quanto avvenuto due anni fa non è stato un intervento spot, ma l’inizio di un percorso costante nel tempo di recupero della legalità».  Ha aggiunto poi: «Rivolgo un sentito ringraziamento a tutte queste Istituzioni, alle donne e agli uomini degli uffici del Municipio VII che hanno reso possibile tutto questo e alla maggioranza composta dai consiglieri municipali 5 stelle che ha sempre sostenuto queste attività e continua a farlo. A voi tutti va il mio più sincero grazie»

Anche la sindaca Virginia Raggi ha condiviso sui social tutta la soddisfazione per il successo dell’operazione: «Oggi siamo a Gregna di Sant’Andrea nella periferia sud di Roma. Dopo le villette del Quadraro stiamo abbattendo altri immobili abusivi del clan Casamonica. Grazie a Carabinieri, Polizia di Stato, Polizia locale e all’Osservatorio territoriale della sicurezza presso il VII Municipio, diretto e coordinato dalla Prefettura di Roma. Continua la nostra lotta per riportare la legalità. #ATestaAlta»

di Simone Cerciello

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email