Roberto Lasco nato a Marcianise, docente di Lettere presso l’Istituto Tecnico – Settore Tecnologico – “G. C. Falco” di Capua, ha pubblicato nel 2016 in self-publishing, in formato cartaceo e in e-book, la silloge poetica “Frammenti lirici”, con la casa editrice digitale Youcanprint di Tricase (Lecce).

In occasione delle celebrazioni del 50° anniversario della morte di Antonio De Curtis: (Totò), Principe, Maschera, Poeta, ha ricevuto il 3 maggio 2017, a Roma, presso la Nuova Aula dei Gruppi Parlamentari della Camera dei Deputati il primo premio sezione poesia alla XX edizione del “Concorso Internazionale Artistico Letterario Antonio De Curtis: Totò”. L’associazione e Fondazione “Amici di Totò a prescindere! ONLUS” promotrice del Concorso, ha ripetuto la cerimonia di premiazione il 26 maggio 2017, a Napoli, in una seconda location, ovvero presso la “Sala del Capitolo” del Complesso Monumentale di San Domenico Maggiore.

Il 18 settembre 2017 è stato insignito del terzo premio al “Concorso Internazionale di Narrativa e Poesia Città di Caserta” indetto dalla casa editrice Mediterraneo. Alcune sue liriche sono state inserite in due raccolte antologiche dal titolo: “Zephirus 2017” e “Sarner 2017” edite dalla casa editrice Aletti. Altri testi poetici, invece, grazie al superamento di un ulteriore concorso letterario, fanno parte di una antologia di poesie: “Raccolta antologica n° 19”, pubblicata sul sito internet “operauno.wordpress.com” che è una rassegna di autori, libri e creatività letteraria, fruibile in Rete.

«La partecipazione al concorso è stato un forte desiderio di far conoscere il mio genere di poesia neo ermetico-esistenziale e di riuscire in qualche modo a farmi apprezzare, invece, per quel che riguarda la vittoria è stato come se un angelo fosse disceso dal Cielo, un’emozione intensa allo scoccare dei miei cinquant’anni».

La sua raccolta poetica “Frammenti lirici” ha ottenuto una recensione critica di rilievo, sul quaderno elettronico di critica letteraria “Retroguardia 2.0- Il testo letterario” da parte del Prof. Giuseppe Panella, Filosofo, Critico letterario, Poeta, Scrittore, Saggista e Docente presso la Scuola Normale Superiore di Pisa.

Roberto, ci racconta di come sia nato il suo amore per la poesia, infatti dice «il mio amore per la poesia è nato già da quando ero un ragazzo e la letteratura italiana mi ha sempre affascinato ed appassionato, molto probabilmente è stato mio padre a trasmettermi l’amore per la Lingua e la Letteratura italiana».

«Per me la poesia è l’espressione più alta e sublime dall’indiscusso valore etico ed estetico, secondo quanto già scritto nella prefazione della mia raccolta poetica “Frammenti lirici”. Concludo, asserendo che la mia forte passione per la scrittura è sempre più viva. Nel mese di gennaio del 2018 ho pubblicato anche un romanzo dal titolo “Oltre quel muro…il Cielo”».

di Flavia Trombetta