Report Immobiliare Fiaip: aumento delle locazioni degli immobili turistici in Campania

57
informareonline-fiaip-ha-dichiarato-che-stanno-aumentando-le-locazioni
Pubblicità

La Fiaip (Federazione italiana agenti immobiliari professionali) ha dichiarato negli ultimi giorni che stanno aumentando a dismisura le locazioni degli immobili turistici in Campania. Vi è un aumento anche da parte delle vendite.

I rendimenti medi lordi delle case vacanze risultano tra il 5 e l’8%. Ciò è quanto emerge dal Report Immobiliare Nazionale Fiaip sulle locazioni brevi ad uso turistico delle principali località italiane che è stato presentato ieri a Napoli.

Pubblicità

Oggi, i rendimenti medi lordi delle case vacanze, tra il 5 e l’8%, come abbiamo specificato in precedenza, offrono ai proprietari maggiori soddisfazioni. Ciò consente di motivare il costante aumento di coloro che intendono investire in immobili turistici, prevalentemente appartamenti, come forma di investimento.

Le parole di Alessandro Petraglia

Alessandro Petraglia, delegato settore turistico Fiaip Campania, in un’intervista ha dichiarato le seguenti parole:

“La prima metà dell’anno 2021 è stata molto debole seguita da un moderato rimbalzo nella stagione estiva. La Campania come credo l’Italia intera ha fatto registrare nel periodo estivo la migliore performance in termini relativi. Gli analisti continuano ad aspettarsi un rimbalzo positivo già nel 2022, guidato da una impennata della domanda, soprattutto durante il secondo e il terzo trimestre dell’anno, e ci si aspetta un più forte recupero nel 2023. Tuttavia, la gran parte degli operatori del settore vede un ritorno dei flussi internazionali ai livelli del 2019 nel 2024 o ancora più tardi”.

La filiera turistica campana

La filiera turistica campana si compone prevalentemente di imprese che lavorano nella ristorazione (64,7%). Seguono le imprese specializzate in attività culturali/ricreative (11,4%), le imprese ricettive (10,0%) e le imprese di trasporto (8,5%). Infine ci sono le agenzie di viaggi (4,5%), le quali superano la media nazionale di un +0,6%.

Tutto ciò è un ottimo segnale per la ripresa dell’edilizia e del turismo. Per non fermare questa tendenza positiva, c’è bisogno di grandi investimenti verso il turismo, i quali consentiranno una crescita esponenziale del settore.

Pubblicità