Casal di Principe Renato Natale chiede tavolo di confronto per crisi dei trasporti.

Il sindaco di Casal Di Principe, Renato Natale, visto il perdurare della grave crisi dei trasporti nella area Aversana e del Litorale Domizio, e il blocco di un servizio pubblico che interessa oltre 300.000 abitanti, chiede un urgente incontro di confronto con gli organi interessati e i sindaci del territorio. Importante iniziativa che troverà il sostegno di tutti i cittadini, per una problematica che viene da lontano, e che solo da poco è passata alle competenze della neonata Città Metropolitana di Napoli guidata dal sindaco Luigi De Magistris, che sicuramente si farà carico di risolvere una problematica così importante per i nostri territori.

M1 linea Litorale Domizio
M1 linea Litorale Domizio
Sindaco di Casal di Principe
Sindaco di Casal di Principe


COMUNE DI CASAL DI PRINCIPE

UFFICIO DEL SINDACO

°°°°°°°°°°°°

Al Sindaco Città Metropolitana di Napoli

Al Presidente Giunta Regionale della Campania

Alla Direzione della Compagnia Trasporti Pubblici- Napoli

P.C. Al Sindaco di Castel Volturno

P.C. Al Sindaco di Mondragone

P.C. al Sindaco di San Cipriano

P.C. Al Sindaco di Villa Literno

 

 

Casal di Principe 06/04/2016

Renato Natale

Oggetto: sospensione trasporti pubblici zona aversana e litorale domizio

 

Dal 21 Marzo è stato sospeso il servizio di trasporto pubblico per la zona aversana ( 19 Comuni con un complessivo di circa 250.000 abitanti) e il Litorale Domizio con circa 60.000 abitanti , cui vanno aggiunti un numero elevatissimo di soggetti che abitano in quell’area senza essere iscritti all’anagrafe dei Comuni interessati.

La situazione è estremamente grave e richiede, a mio parere, interventi urgenti per risolvere il problema.

Si chiede un tavolo di confronto con le amministrazioni del territorio interessato, per spiegare i motivi di tale interruzione di pubblico servizio e quali possono essere le soluzioni possibili.

Il sindaco

Dr. Renato Franco Natale

 

 

 

About Tommaso Morlando

Giornalista pubblicista – Fonda il “Centro studi officina Volturno” nel 2002 e di conseguenza anche il Magazine INFORMARE.
In un territorio “difficile” è convinto che attraverso la cultura e l’impegno civico sia possibile testimoniare la legalità contro ecomafie e camorra.
Liberi e indipendenti da ogni compromesso personale e partitico.
Il nostro scopo è quello di fare corretta e seria informazione, dando voce ai più deboli e alle “eccellenze” dei nostri territori che RESISTONO.
Abbiamo una storia ancora tutta da scrivere e da raccontare, ma la faranno i nostri giovani…ormai il seme è germogliato e la buona informazione si sta autodiffondendo.