Raffaele Caianiello in scena a Grazzanise

È oramai un appuntamento fisso fare il punto della situazione per le commedie dell’autore grazzanisano, Raffaele Caianiello, sempre rappresentate in tante città.

Alcune compagnie tendono a portare i scena i suoi lavori perché ogni commedia rappresentata è un successo e continuano a preferirlo ad altri autori ed ai classici della tradizione teatrale, ma sono tanti i registi che le prediligono per la scorrevolezza dei testi e la vivacità scenica che le contraddistingue. Basta guardare l’elenco delle repliche di quest’ultimo anno per rendersi conto che quanto affermato non è un’esagerazione, a partire dal 16.17.18.19  gennaio Compagnia Dietro le Quinte Teatro sala Margherita –Putignano con “Nuje ce ne jamme in America”;

5 febbario, più altre 4 repliche, con la Compagnia Piccolo Teatro Martelli, Teatro Titano San Marino con “L’eredità”; “E Doje facce da furtuna” con la compagnia i Sognattori, marzo 2019, a Ceglie Messapica (Brindisi); “Oggi sposi si dispensa dai fiori”, 21 marzo compagnia Attori in campo di Campo lattaro (BN); Sempre 21 marzo “Oggi mi sposo domai divorzio”, compagnia i Matt..Attori teatro massimo Benevento poi ad Airola  e Montoro; “Ricchezza da povertà” 6-7 aprile Compagnia la soffitta Grosseto;

Ancora “L’eredità”, compagnia i mandamentali 2 giugno 2019 Avellino e Compagnia  la Belatoria associazione Arcobaleno 29 giugno 2019 Mercato san Severino (Sa); “Nu mbruoglie fortunate” il 13 0ttobre 2019 con la Compagnia teatro San Rocco a Brescia;“Non ci resta che maritarla”, Compagnia Emy club I figli delle stelle. Aversa teatro Cimarosa  e replice a villa di Briano e Teverola; “A formula da felicità”, compagnia teatro Oratorio San Giuseppe Salerno e Battipaglia  l’8 dicembre a Montoro in rassegna.

Queste alcune delle date note, mentre per il nuovo anno, in preparazione, troviamo:

“L’eredità”, compagnia Arcobaleno di Mercato San Severino il 1 dicembre in rassegna a Montoro ( AV); “A formula da felicità”, compagnia Attori per diletto Il 1 febbraio a Nocera superiore; “A Ricchezza da povertà” Compagnia Mariottart il 16 febbraio 2020 a l teatro comunale Traetta di Bitonto ( Bari); “Oggi mi sposo domani divorzio”, Compagnia teatro San Rocco a Brescia; “Nuje ce ne jamm in america”, I Matt..attori di Benevento ad Aversa; “A formula da Felicità”, Compagnia L’edera Nocera; “Oggi sposi si dispensa dai fiori”, compagnia  Iria Casamarciano; “I figli unici”, compagnia il Risveglio Caserta; “E doje facce da furtuna’ a Battipaglia. Compagnia teatro S. Giuseppe; a Modena la Compagnia La Quercia di Ganageto alle prese con “Oggi mi sposo domani divorzio”.

Ad emozionare però l’autore è la programmazione di “Nuje ce ne jamm in America” nel suo paese d’origine, Grazzanise, il 4 gennaio nella Sala consiliare. Dopo alcuni anni torna in scena una sua commedia nel suo paese ed è ovvio l’entusiasmo con cui parla dell’evento.

Questa la trama della commedia che rivedrà Caianiello in cartellone nel suo paese:

Bisogna fare il pieno di ossigeno per potersi gustare ‘Nuje ce ne jamme in america’. Un pieno necessario per poter affrontare le infinite situazioni mozzafiato, non tanto per la complessità delle scene ma per il susseguirsi delle stesse. A raffica. Un incalzare di situazioni e di ‘giri di boa’ che portano alla fine lo spettatore letteralmente in apnea, per la velocità con cui i personaggi si incastrano. Sono tutti protagonisti, nessun personaggio principale, e dunque tutte le scene sono come caselle di puzzle che una volta incastrate danno vita ad un gigantesco quadro, la commedia, che non può fare a meno di nessun particolare. Alla fine ne usciranno ‘vincitori’ proprio i personaggi che meno ci si aspettava di vedere fondamentali, come Filuccio, o Vincenzo, o… ma l’elenco porterebbe a tutti i nomi degli intensi personaggi che compongono questa batteria di risate. Lo jettatore… buono, che rivolge le sue ‘doti’ a fin di bene ed il ladro redento che ruba un lavoro e trova l’amore, rapiscono la simpatia dello spettatore che non può non condividere il rimprovero rivolto ai coniugi stanchi che sono sul punto di tradire i loro rispettivi compagni e quindi disapprovati perché… perché se è il compagno a tradire fa male, ma se è il personaggio in scena a farlo, allora ha ragioni e motivi validi per essere giustificato… Per tutti, e su tutti, la saggezza dello zio americano che oltre ai dollari porta consigli e trova anche lui la compagna capace di ‘risvegliarlo’, e, puntuale, la capacità dei napoletani di trarre vantaggio da ogni circostanza per cui l’impresario di pompe funebri -lo jettatore!- pronto ad elargire bigliettini da visita perché…’nun se  po maie ca ne putiste avè bisogne!’… Alla fine, ripercorrendo le vicissitudini dei personaggi, ci si accorge che di quanto si era prospettato all’inizio, alla fine nulla si è avverato, forse perché come l’autore fa dire ad uno di essi: ‘o destine tanti vote se po cagnà!

Evita le domande, nessun commento da parte dell’autore che, dopo alcuni anni, torna in scena tra i suoi concittadini; un’unica battuta: ‘Scrivo per passione’, lasciando a questa frase il senso della sua produzione ed i sentimenti con cui si appresta ad ospitare nella sala consiliare la compagnia che lo omaggerà.

Print Friendly, PDF & Email