Quartieri Spagnoli: fine settimana di follia tra mega assembramenti e violazioni delle norme anti-covid

275

Ancora un week-end di follie ai Quartieri Spagnoli, dove nei vicoli e nelle piazzette dei baretti e delle spritzerie centinaia di ragazzi si riuniscono violando le norme anti-covid, spesso non indossando la mascherina, portando caos e disagio per residenti e visitatori tra balli sfrenati, brindisi continui ed assembramenti.

È di nuovo il Consigliere Regionale di Europa Verde Emilio Borrelli a denunciare il fenomeno che, dopo aver ricevuto segnalazioni in merito da alcuni redenti, scrive sulla propria pagina Facebook: «Bisogna reprimere il fenomeno per il bene di tutti punendo chi non rispetta le regole. Occorre intervenire duramente e fermare questo fenomeno punendo chi trasgredisce le regole ma, allo stesso tempo, chi amministra la città deve pensare per i giovani ad occasioni di aggregazione e di svago che non siano solo fatti di alcol e ‘muina’».

Nonostante da tempo si discuta sulla tematica movida, giovani e sicurezza nessuna contromisura è stata adottata. Le norme anti-covid e della sicurezza cittadina vengono continuamente violate rendendo così il divertimento serale qualcosa di esclusivo, riservato agli impavidi che sfidano apertamente virus, incolumità e salute.

Pubblicità

È ovvio che dopo un periodo di lunga reclusione da pandemia tutto deve ripartire, anche e soprattutto la socialità (senza la quale cultura, arte, musica, spettacolo non avrebbero senso) ma i momenti di aggregazione dei giovani, che devono essere anche spensierati ed allegri, non possono e non devono sfociare in idiozia, follia, inciviltà ed irresponsabilità.

Le istituzioni dovrebbero certamente intervenire per fermare questo fenomeno, salvaguardando gli stessi giovani che ne sono protagonisti ma anche tutti gli altri esclusi dalle notti brave, ma, allo stesso tempo, ed è forse maggiormente importante, occorre pensare alle nuove generazioni e dare ed esse occasioni di aggregazione sana, responsabile, leggera o che sia un momento di crescita personale. Ai ragazzi vanno date regole, disciplina ma anche occasioni. Quelle, però, sempre di più mancano.

di Fabio De Rienzo 

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità