Psiche In-Forma: considerazioni sull’Amore

63
informareonline mariapia raimondi considerazioni sull'amore psiche in-forma psicologia
Pubblicità

Ognuno di noi ha un concetto d’amore molto personale. Ovviamente, molto dipende anche dal proprio vissuto. Ma cosa vuol dire amare? L’amore non è qualcosa che si impara, e che tuttavia non è così necessario imparare! Tutto comincia con le ferite che ci portiamo dentro nella nostra vita, e fin dall’infanzia, che sono in definitiva sempre ferite inferte al nostro innato bisogno di amore. Poi, sempre da una mancanza di amore, sgorgano le nostre distorsioni interiori, le nostre difese, le nostre paure e tutti i nostri blocchi evolutivi. Senza rendercene conto, ci poniamo alla ricerca della persona “ideale”, e al minimo problema mettiamo in discussione il rapporto, pensando di aver fatto la scelta sbagliata. L’amore pieno, tuttavia, non deve essere perfetto, ma autentico.

L’amore autentico

Sai cosa significa? Che bisogna fare un duro e complesso lavoro interiore! Per esistere e sopravvivere, l’amore ha bisogno di un posto in cui sentirsi al sicuro, e quindi, se non ti ami abbastanza non sarai neppure in grado di amare. Non voglio dire che non hai le capacità di amare; magari le hai ma non ti basteranno per sentirti gratificata in una relazione. L’amore non s’impara… l’amore non ha regole ben precise, l’amore non è teoria ma azioni concrete che cambiano la nostra vita. La prima azione consiste nell’accettarsi, nell’amarsi veramente per quello che si è. Essere una persona autentica vuol dire semplicemente essere ciò che sei, senza indossare maschere. Una persona autentica è una persona coerente, che agisce secondo le sue idee ed emozioni. Lo so bene che non è sempre facile essere autentici! A volte per adattarci dobbiamo recitare dei ruoli sociali che implicano indossare delle maschere.

Pubblicità

Indossare maschere

Ammettiamolo, quando incontriamo qualcuno che ci attrae e vogliamo fare colpo su questa persona, ci sforziamo di mostrare il nostro lato migliore. In pratica, stiamo usando una maschera. E la cosa davvero grave, è che finiamo per abituarci a questi ruoli che non ci appartengono al punto che li facciamo diventare parte della nostra vita, rischiando così di dimenticare il nostro “io” autentico. E, in un rapporto di coppia, la mancanza di autenticità è nefasta, perché comporta recitare continuamente, il che è anche faticoso.

Se hai bisogno di recitare un ruolo con il tuo partner è perché, in fondo, credi che non accetterà o amerà il tuo “io” autentico, così preferisci nasconderlo, o almeno una parte di questo. Ovviamente, una relazione di questo tipo è stressante e, alla fine, non ti renderà felice ma genererà solo profonda insoddisfazione, l’insoddisfazione di non riuscire ad essere te stesso/a, perché pensi che verrai giudicato/a. Si tratta di una sensazione molto sgradevole che, prima o poi, danneggerà la relazione. Non è semplice ma bisogna aver il coraggio di essere ciò che si è, solo così potrai avere piena soddisfazione nella vita e la tua relazione godrà di ottima salute!

Vi auguro una buona settimana e vi aspetto al prossimo articolo.

Pubblicità