Procida candidata capitale Italiana della Cultura

40
informareonline-procida
Pubblicità

«Il nostro approdo in finale tra le prime dieci è stato sicuramente un lampo di speranza che ha un po’ illuminato il periodo difficile che stiamo vivendo, anzi che sta vivendo tutto il Paese.
La nostra Amministrazione ha sempre creduto e ha sempre puntato sulla cultura e questa affermazione in campo nazionale vede ripagati i nostri sforzi che, in questi cinque anni, sono sempre stati tesi a far diventare l’Isola un avamposto culturale».
È con queste parole, e soprattutto con soddisfazione, che il “primo cittadino” di Procida, Raimondo Ambrosino, ha accolto la comunicazione del MiBACT sulle città candidate a “Capitale Italiana della Cultura 2022”.

L’Isola, dai mille colori, è l’unica realtà campana ad essere arrivata tra le dieci finaliste grazie ad un progetto ben articolato. «Sebbene non possiamo ancora rilevare nel dettaglio il nostro dossier, possiamo dire che il nostro obiettivo è quello relativo ad una cultura che non isoli ma che sia altresì inclusiva e aperta» il sindaco tiene a precisare che, all’interno del progetto, «è stata coinvolta tutta la cittadinanza e si può dire che ci stiamo lavorando oramai da cinque anni, da quando ci siamo insediati, anche se in realtà la candidatura è arrivata solo a inizio 2020. Senza l’impegno della nostra comunità, degli operatori turistici e delle associazioni, non saremmo mai riusciti ad arrivare tra le prime dieci in finale.
È solo grazie alla collaborazione di tutti che siamo lì».
Un risultato importante per un progetto avviato, dunque, diversi anni fa e che ha visto, oltre l’impegno dell’intera collettività isolana, anche «il supporto delle altre isole del Mediterraneo e il grande contributo del nostro contesto naturale, quello dei Campi Flegrei» – ha concluso la “fascia tricolore”.
A contendersi il titolo di “Capitale Italiana della Cultura 2022”, oltre Procida – ricordiamo unica realtà campana ed isolana – Ancora, Bari, Cerveteri, L’Aquila, Pieve di Soligo, Taranto, Trapani, Verbania, Volterra. «Molto probabilmente è stata la scelta di rappresentare la cultura come qualcosa che non isola, anzi, che al contrario rappresenta fortemente l’inclusione e, in un periodo come il nostro, di isolamento forzato a causa del virus, pensiamo sia stata la scelta giusta».
Queste le parole dei Michele Assante del Leccese, consigliere delegato alla Cultura del Comune di Procida sulle possibili motivazioni che hanno spinto per la candidatura della piccola Isola.
Quanto agli obiettivi da raggiungere, in caso di attribuzione del titolo, il consigliere ha tenuto a sottolineare che «Sono tanti e, naturalmente, non sono solo un insieme di eventi ed appuntamenti, ma un progetto sociale, culturale ed economico realizzato attraverso un percorso di cocreazione che vede Procida e la sua comunità proiettata in laboratorio di futuro che prenderà forma nei prossimi 10 anni.
Abbiamo in mente tante cose che riguardano anche, naturalmente, la riscoperta o l’ulteriore valorizzazione di luoghi e tradizioni della nostra Isola».

Pubblicità

La supervisione dei lavori è stata affidata ad Agostino Riitano, già Project Manager di “Matera Capitale Europea della Cultura”. Un valido professionista, dunque, già impegnato in attività simili. «Agostino Riitano – ha affermato il consigliere – è uno dei migliori Project Manager presenti sul mercato nazionale.
La sua grande esperienza e professionalità lo hanno visto protagonista nel team che ha condotto la città di Matera a diventare Capitale Europea della Cultura nel 2019, questo è stato uno dei motivi principali per il quale ci siamo affidati a lui.
È un visionario ed un innovatore, con lui abbiamo instaurato subito un rapporto empatico, realizzando un dossier per la nostra candidatura davvero unico e vincente». Ora, il prossimo passaggio, è la presentazione del dossier alla Giuria in un’audizione pubblica con incontri che si terranno presso il Collegio Romano i prossimi 14 e 15 Gennaio 2021.
Ad majora, Procida.

di Giovanni Iodice

TRATTO DA MAGAZINE INFORMARE N°212
DICEMBRE 2020

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità