Primo storico volo da Israele agli Emirati

informareonline-volo-israele-emirati

Delegazioni da Israele e dagli Stati Uniti sono arrivate negli Emirati Arabi Uniti (EAU), attraverso la prima rotta commerciale tra le nazioni del Medio Oriente.

L’obiettivo è quello di dare gli ultimi ritocchi a un controverso patto che stabilisce relazioni aperte. I migliori collaboratori del Presidente degli Stati Uniti Donald Trump e del Primo Ministro israeliano Benjamin Netanyahu erano a bordo.  Gli uomini erano diretti da Tel Aviv alla capitale degli Emirati Arabi Uniti Abu Dhabi sulla compagnia di bandiera israeliana El Al lunedì. Il volo LY971 ha sorvolato l’Arabia Saudita dopo che Riyadh ha accettato la richiesta israeliana di domenica. L’aereo che ha trasportato le delegazioni degli Stati Uniti e d’Israele ad Abu Dhabi aveva la parola “pace” scritta su di esso in inglese, ebraico e arabo.

Le discussioni interne

Prende il nome da Kiryat Gat, un insediamento ebraico costruito sui resti di due villaggi palestinesi vittime di pulizia etnica, l’Iraq al-Manshiyya e al-Faluja. Annunciato il 13 agosto, l’accordo di “normalizzazione” è il primo di questo tipo tra un paese arabo e Israele in oltre 20 anni. È stato catalizzato in gran parte dalle paure condivise dell’Iran. I palestinesi si dicono costernati dalla mossa degli Emirati Arabi Uniti, per di più preoccupati poiché avrebbe indebolito una posizione pan-araba di lunga data che chiedeva il ritiro di Israele dai territori occupati e l’accettazione dello Stato palestinese in cambio di normali relazioni con i paesi arabi.

L’importanza storica del volo

Come tutti gli El Al 737, l’aereo ha in sé un sistema antimissile secondo un portavoce israeliano e ha trasportato agenti di sicurezza del U.S. Secret Service e l’israeliano Shin Bet a guardia delle delegazioni. A bordo dell’aereo di linea, i passeggeri sono stati accolti in arabo, inglese ed ebraico, un gesto che segna l’importanza dello storico volo. Riportando il virgolettato di Reuters, il capitano Tal Becker, sull’interfono, in arabo, inglese ed ebraico, utilizzando tutte e tre le lingue per annunciare anche il numero di volo e destinazione ha detto: “Auguro a tutti noi salaam, pace e shalom, buon viaggio”. 

La posizione palestinese

Hanan Ashrawi, membro del comitato esecutivo dell’Organizzazione per la Liberazione della Palestina, ha detto che Kushner e la sua squadra stanno “lottando per convincere il maggior numero possibile di leader arabi e musulmani” per dare a Trump una spinta alle elezioni.
“Saranno un sostegno sullo sfondo di uno spettacolo senza senso per un accordo ridicolo che non porterà la pace nella regione”, ha detto.

L’inizio di un nuovo Medio Oriente?

Sorvolando lo spazio aereo saudita con l’autorizzazione speciale concessa da Riyadh, questo volo rappresenta i nuovi assetti mediorientali che stanno prendendo forma. Per il momento il volo non sarà disponibile al pubblico in generale. Ma segna comunque una tappa fondamentale nei rapporti tra i due Paesi, dopo l’annuncio nei giorni scorsi della fine del boicottaggio degli Emirati Arabi contro Israele.

di Matteo Giacca

Print Friendly, PDF & Email