Premio Megaris , una festa per celebrare i figli migliori di Napoli

Premio Megaris , una festa per celebrare i figli migliori di Napoli

Cerimonia di premiazione per la XXV edizione del Premio Nazionale Megaris
Sabato 5 novembre 2016 – dalle ore 9,30 – al Circolo Nautico Posillipo
Tra i premiati: Giovanni Colangelo, Procuratore della Repubblica di Napoli Premio Megaris , una festa per celebrare i figli migliori di Napoli Giovanni Colangelo, Procuratore della Repubblica di Napoli


Sabato 5 novembre, alle ore 10, al Circolo Nautico Posillipo, si terrà la XXV edizione del Premio Nazionale Megaris. Il Premio è tra i più longevi della Campania e rappresenta un prestigioso riconoscimento per chi si è adoperato per il bene della Città di Napoli nel campo delle arti, musica, imprenditoria, giornalismo, sport, sociale, medicina, cultura e promozione culturale. Oltre i riconoscimenti nel corso della mattinata saranno premiati i partecipanti al concorso di poesia in lingua italiana e napoletana e narrativa edita e inedita.

«Il Premio Megaris è una festa per celebrare i figli migliori di Napoli – dichiara Carlo postiglione, presidente dell’associazione Megaris e ideatore del Premio – Questa manifestazione si propone la riscoperta e il rilancio di valori, tradizioni, cultura, folclore e arte che hanno reso la città di Napoli uno degli angoli più suggestivi del mondo Oggi siamo alla XXV edizione e con malcelato orgoglio aumenta la speranza di proseguire con gli stessi ideali di trenta anni addietro quando ideammo l’associazione e il premio».

Premi Megaris. Riconoscimento alla Carriera al dottor Giovanni Colangelo, Procuratore della Repubblica di Napoli. Medicina: dottor Pasquale Vezzuto. Arti: Luigi Cola. Musica: Marco Scialò. Imprenditoria: Diego Guida. Giornalismo: Armida Palisi e Davide Cerbone. Sport: Diego Pagano. Sociale: squadra Afro Napoli United. Promozione culturale: Giuseppe Reale. Nel corso della premiazione saranno attribuiti i seguenti premi: IV edizione Premio “Gaetano D’Alessio” a Salvatore Formisano. V edizione Premio “Gery Gargiulo” a Ulderico Carraturo. X edizione Premio “Roberta Capasso” per il sociale a Maria Trapanese. III edizione premio “Giovanni Raio” a Letizia Testa. Riconoscimento Speciale ad Enrico Marsiglia.


Di seguito i premi attribuiti ai partecipanti ai concorso di poesia italiana e napoletaa e di narrativa edita e inedita.
Premio narrativa edita: primo classificato “Questa scuola non è un albergo” (Giunti, 2015) di Pino Imperatore, secondo “Il viaggiatore perfetto” (Homo Scrivens, 2015) di Gaetano Gravina, “L’Anno del Dragone” (Oxiana edizioni, 2015) di Mario Volpe. Mensioni speciali a Premio speciale Megaris – “Terme Rosapepe” di Contursi Terme a “Corpi senza storia. Un’indagine del commissario Lombardo” (Homo Scrivens, 2015) di Giuseppe Petrarca. Premio speciale “Megaris – …incostieraamalfitana.it – Fiera del libro in Mediterraneo” a “Gesù metropolitano” (L’Erudita, 2016) di Elio Serino. Premio speciale Megaris – A.c.i.” a “Il canto del vento. Un sentiero di crescita” (Graus editore, 2015) di Giulia Fera e Francesco Testa.

Premio di Poesia in lingua italiana: primo classificato Massimo Frenda (“Aylan”), seconda Tina Emiliani (“Non chiedere”), terzo Alessandro Villani (“Come”). Menzione di merito: Carla Abenante (“Passi”), Dario Giulio Ghezzo (“E dentro di noi parole al buio”), Alfonso Severino (“Ricordo di un amore”). Menzione speciale: Massimo Albano (“Eterna giovinezza”).

Premiati di Poesia in Lingua Napoletana: primo classificato Vittorio Fiorenzano (“A fenesta mia”), secondo Vincenzo Russo (“Immigrati”) e terzo Peppino Esposito (“‘o suono d’e campane”). Menzione di Merito: Salvatore Bova (“A pizza ogge a otto”), Vincenzo Cerasuolo (“Giggino – Cyberbullismo)”, Marseglia Fausto (“A sagliuta”).

Premiati per racconti inediti: prima classificata Maria Strianese (“Centro commerciale”), seconda Donatella Schisa (“S. come sogno”), terza Cristian De Iuliis (“Una prospettiva qualunque”). Menzione di merito: Federica Flocco (“Non sapeva che fosse sposato”), Maria Antonietta Mattei (“La sosta”). Segnalazione: Bruno Durante di dicei anni: “La mente superiore”.

Durante la mattinata saranno consegnati i riconoscimenti la terza edizione del Premio AdAstra “Alla ricerca dell’eccellenza” ai neolaureati della Campania con tesi che propongono idee innovative per lo sviluppo sociale, tecnico-scientifico, culturale ed economico.

Patrocini morali: Regione Campania, Comune di Napoli, Municipalità di San Ferdinando, Chiaia e Posillipo e Automobile Club di Napoli.

Partner: Pegaso Università Telematica, Ferdinando Buonocore (Capri), Hyundai Roby Cars, Gesco Gruppo Imprese Sociali, Fondazione AdAstra, Guida Editori, Regalsport. Collaborano: Circolo nautico Posillipo, Centrale del latte di Salerno, Centro Commerciale Borgo Santa Lucia, Touring Club Italiano, Time Vision, I.G.E.I., Istituto di Cultura Meridionale, Scoop Travel e Hotel Terme Rosa Pepe di Contursi Terme.

Napoli, 3 novembre 2016

Presidenza: 3388754534 Ufficio Stampa: 3935861941

 

http://mail6b.webmail.libero.it/cp/ps/Mail/Downloader?uid=%24oiW5DGQ0kNk%3D&contentSeed=%24XeQfPVWhVOwepTdtbuipvJUxaNCsKeHb&pct=%24ncUk%2B6LupIqdLFi%2B4GSvqLXt1Qh2W8FQ&c=%24B8%2Bt%2Fc3raPs%3D&_cpsa=MfzN0VTDY44%3D&an=%24iai6HxQD%2ByUBOgZEtu9r%2B8wV2iIj4NKB&udh=%24I%2Fk0Gb%2F07x%2BP5Gn5%2BFwit59ItOGH8q2U&_cpiv=8ChjaDTGziM%3D&disposition=%24Tir5YawRyFA%3D&fp=%24JxjFaWEPWJo%3D&dhid=%24%2Bo4klBxe82Y7ES8t0BcmFd4PIF3p39rX&ai=0


 

About Tommaso Morlando

Giornalista pubblicista – Fonda il “Centro studi officina Volturno” nel 2002 e di conseguenza anche il Magazine INFORMARE.
In un territorio “difficile” è convinto che attraverso la cultura e l’impegno civico sia possibile testimoniare la legalità contro ecomafie e camorra.
Liberi e indipendenti da ogni compromesso personale e partitico.
Il nostro scopo è quello di fare corretta e seria informazione, dando voce ai più deboli e alle “eccellenze” dei nostri territori che RESISTONO.
Abbiamo una storia ancora tutta da scrivere e da raccontare, ma la faranno i nostri giovani…ormai il seme è germogliato e la buona informazione si sta autodiffondendo.