informareonline-lucio-caracciolo-ha-ricevuto-il-premio-ischia

Premio Ischia Internazionale di giornalismo: Lucio Caracciolo premiato

Giovanni Terzi 20/05/2022
Updated 2022/05/20 at 2:00 PM
3 Minuti per la lettura

Lucio Caracciolo, fondatore e direttore della rivista Limes, ha ricevuto il Premio Ischia Internazionale di giornalismo.

Nella medesima occasione anche altre figure hanno ricevuto dei premi:

  • Anna Zafesova, giornalista de La Stampa, ha ricevuto il riconoscimento per la carta stampata;
  • Elena Testi, giornalista de La 7, ha ricevuto il premio per il giornalismo televisivo;
  • Lorenzo Cremonesi del Corriere della Sera ha avuto il Premio alla carriera;
  • La direttrice di Rai Sport, Alessandra De Stefano, ha vinto il premio per il giornalismo sportivo.

La giuria e l’assegnazione dei premi

La giuria è presieduta da Giulio Anselmi ed è composta da Andrea Abodi, Lucia Annunziata, Luigi Contu, Alessandro Barbano. La commissione ha deciso l’assegnazione dei siffatti premi. La cerimonia si terrà il 1 e 2 luglio a Casamicciola.

Lucio Caracciolo

Lucio Caracciolo è stato premiato per essersi distinto per l’equilibrio dimostrato nel dibattito politico, spesso polarizzato, che da due mesi accompagna le varie fasi del conflitto in Ucraina.

In più, Caracciolo ha ricoperto varie posizioni come docente a contratto. Ha insegnato geografia politica ed economica all’Università degli studi Roma Tre, svolge seminari di geopolitica in varie istituzioni e presiede i master in geopolitica organizzati dalla SIOI.

Dall’anno accademico 2006-2007 insegna geografia politica ed economica presso la facoltà di filosofia della mente, della persona e della città. Dal 2009-2010 insegna studi strategici nell’ambito del dipartimento di scienze politiche della Libera università internazionale degli studi sociali Guido Carli di Roma. Dal 2010 partecipa a insegnamenti nella prima laurea magistrale in International Relations in lingua inglese dello stesso ateneo.

Gli altri giornalisti premiati

Anna Zafesova ha seguito la vicenda ucraina con numerosi articoli, svolgendo un prezioso ruolo di coordinamento per il quotidiano torinese con fonti a Mosca.

Elena Testi si è distinta come esempio dell’intera schiera di free lance che hanno vissuto in prima persona le varie storie della complicata fase bellica.

Alessandra De Stefano, prima donna alla direzione della testata giornalistica Rai Sport, ha ricevuto il premio per il suo lavoro di inviata al seguito del ciclismo nazionale ed internazionale e per la conduzione della fortunata trasmissione Il circolo degli anelli durante le Olimpiadi.

Lorenzo Cremonesi ha ricevuto il premio alla carriera. Egli ha raccontato in prima persona, con coraggio e professionalità, i momenti più delicati in molti punti caldi del mondo, Iraq e Afghanistan, Libano e Pakistan, ed in queste settimane in Ucraina.

Un riconoscimento, infine, verrà dato dalla Fondazione Premio Ischia per i 30 anni del Tg5, per il mensile di cinema Ciak e per il 130simo anniversario de Il Mattino.

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *