PowerPoint

PowerPoint: le nuove frontiere dell’apprendimento a scuola

Nunzia Gargiulo 27/09/2022
Updated 2022/10/13 at 5:19 PM
7 Minuti per la lettura

In un mondo dove tutto ormai è a portata di click, diventa sempre più indispensabile imparare a utilizzare nella maniera migliore il PC, per non trovarsi in una sorta d’isolamento tecnologico che impedisca di compiere anche le azioni più banali come pagare una bolletta o prenotare una visita medica.

I giovani d’oggi, poi, immersi come sono in questo universo virtuale che a loro sembra così scontato, più di tutti sentono l’esigenza di capire come funzionano i vari strumenti web che usano senza spesso intenderli fino in fondo. La scuola dovrebbe farsi carico almeno in minima parte di questo loro bisogno inespresso e aiutarli ad addentrarsi meglio in programmi come, per esempio, l’ormai indispensabile PowerPoint tanto utilizzato in ambito scolastico, non solo per rendere più semplice e completo il loro percorso formativo, ma anche per permettere loro d’inserirsi più facilmente in ambiti lavorativi che di questo tipo di strumenti digitali fanno uso quotidiano.

Cosa si intende per PowerPoint

PowerPoint, insieme a Word ed Excel, è uno dei programmi più adoperati del pacchetto Microsoft Office. Tramite la creazione di diapositive multimediali (slide), combinate e animate in maniera tale da rispondere agli obiettivi che ci si prefigge, potrebbe dare vita a presentazioni anche di altissima qualità se chi lo adopera sa come servirsene.

Viene molto utilizzato in ambito scolastico per supportare con materiale digitale elaborati di vario genere, in modo tale da integrare e mostrare ciò che la voce può solo evocare. Rappresenta, quindi, un valido strumento per arricchire la presentazione di un qualunque progetto, che riuscirà sicuramente a coinvolgere in maniera attiva anche i più distratti.

Come condividere un PowerPoint

Indispensabile quindi, per le nuove generazioni che ancora trascorrono le loro giornate tra i banchi di una scuola, prendere dimestichezza con PowerPoint. Non starò a spiegare per filo e per segno i passi da fare per creare un progetto servendosi di questo programma: il web è pieno di guide dettagliate con tanto di video che sicuramente saranno in grado di aiutare anche chi non ha molta praticità col PC.

Quello su cui mi voglio soffermare invece è sul come condividere in modo corretto il proprio PowerPoint perché, dalla mia esperienza personale, ho notato che la parte più difficile, soprattutto per i ragazzi, non è tanto dar vita al progetto quanto portarlo in classe.

WhatsApp, e-mail, piattaforme per videoconferenze possono essere utilizzati per condividere con altri utenti il proprio lavoro, che la maggior parte delle volte necessita, e questo è un punto fondamentale se lo si vuole visionare nella maniera migliore, di essere compresso in quanto immagini e video potrebbero appesantirlo troppo.

Le piattaforme digitali: Meet e Teams

Con l’avvento delle piattaforme DAD come Meet, Teams e tante altre sono diventate indispensabili per poter seguire le lezioni online.

Professori e alunni si sono dovuti ingegnare per potersi adattare alla nuova situazione che il momento critico che l’Italia e il mondo intero attraversava ha messo loro davanti. Una delle difficoltà che ragazzi e docenti hanno dovuto affrontare è stata quella di imparare a condividere, attraverso uno schermo, i loro elaborati virtuali creati con PowerPoint, soprattutto perché ogni piattaforma richiede una procedura diversa per poterli inserire.

Per condividere un PowerPoint su Meet, per esempio, bisogna cliccare sul pulsante “Presenta ora”, scegliere l’opzione più idonea tra quelle che appariranno e poi cliccare “Condividi” per rendere visibile lo schermo a tutta la classe. Facendo doppio clic sul file da presentare si darà il via allo spettacolo.

Da Teams si procede ancora più velocemente, cliccando sull’icona “Condividi contenuto” (freccia sul riquadro bianco in alto a destra) e poi selezionando il PowerPoint che si desidera visualizzare. Classroom richiede un procedimento diverso, Zoom un altro. Piattaforme diverse richiedono procedure diverse che andrebbero ben spiegate prima di utilizzarle.

Condividere un PowerPoint su Gmail

Per condividere un PowerPoint tramite posta elettronica bisogna allegarlo ad una e-mail che verrà inviata ai destinatari. Per farlo bisogna andare su “Scrivi”, compilare i campi che verranno aperti, cliccare sul simbolo della graffetta che permetterà di scegliere il file da allegare contenuto nel PC. Una volta individuato e selezionato fare clic su “Apri” e inviare il tutto.

Condividere un PowerPoint tramite WhatsApp

Se si avesse installato WhatsApp sul PC, condividere un PowerPoint è molto semplice. Si entra nel contatto o nel gruppo al quale lo si vuole inviare, si seleziona la graffetta che si trova nella riga dove si scrivono i messaggi e si preme sul simbolo dei documenti. Si seleziona il documento in questione e poi si va su “Apri” e il gioco è fatto. Cliccando su invia arriverà a tutti i destinatari.

Conclusioni: niente di complicato, basta un po’ di esperienza

Come avrete visto alla fine condividere un PowerPoint non è così complicato. Come in tutte le cose è necessario “conoscere” per potersi muovere agevolmente. La scuola potrebbe avere un ruolo di primo piano in questo campo, se venissero istituiti al suo interno dei corsi che insegnassero ai giovani a utilizzare senza problemi gli strumenti che vengono messi a loro disposizione: un bagaglio di competenze digitali degno di nota è ciò che veramente potrà essere loro utile per inserirsi nel mondo del lavoro.

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *