Politica e Bene comune

“Politica e Bene Comune”: grande risposta all’appello di NextEconomia

Domenico Mallardo 09/09/2022
Updated 2022/09/09 at 4:00 PM
3 Minuti per la lettura

Sono stati in molti a rispondere all’appello lanciato dall’Associazione “NextEconomia”, con il quale si chiedeva la più ampia partecipazione all’evento “Politica e Bene Comune – Appello della Società Civile”, fissato nella mattinata di martedì 6 settembre presso il palazzo della Cooperazione a Roma.

All’incontro hanno aderito tutti i promotori e firmatari del manifesto, comprese personalità politiche, per confrontarsi e discutere sulle sollecitazioni che arrivano dai territori attraverso quel mondo composto dal Terzo Settore e società civile. Un momento di confronto importante se si pensa che proprio in questo momento storico del nostro paese forti sono i richiami alla classe politica affinché ascolti e collabori sulle tante risorse e competenze che arrivano dal basso. Richiami che chiedono rispetto perché ormai i territori sono esausti per le promesse fin troppo spesso esaltate in periodi di campagna elettorale ma poi lasciate nel dimenticatoio, mentre gli operatori vengono lasciati soli senza assistenza alcuna. Situazione da ribaltare in quanto non più sostenibile.

Dagli interventi che si sono susseguiti durante la sessione dei lavori, è emersa la necessità di “prepararsi ad essere pronti” in maniera concreta a dare risposte rapide in tutti i settori nevralgici del nostro paese. Gli incontri e i dibattiti per trovare soluzioni condivise tra la società civile e la politica continueranno anche durante e dopo la campagna elettorale per trovare la migliore sintesi ad un meccanismo tecnico burocratico che è fondamentale per la distribuzione dei fondi che sono disponibili grazie al PNRR.

Un appuntamento importante insomma se si pensa alla fondamentale importanza del concetto di bene comune, proprio del pensiero politico cattolico, e in particolare, della scolastica nelle sue diverse incarnazioni, da San Tommaso a J. Maritain, e che è alla base della dottrina sociale della Chiesa, basata sul solidarismo. Dunque, l’auspicio è che tutti i cittadini approccino con maggiore entusiasmo al concetto di bene comune, che è il principio che forma la società umana, e il fine verso cui essa deve tendere dal punto di vista naturale e temporale: esso attiene alla felicità naturale, ed è quindi il valore politico per eccellenza, ma sempre subordinato alla morale.

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.