Poker allo Spezia e il Napoli sogna la Champions

25
Pubblicità

Finisce 4 a 1 l’anticipo di campionato tra Napoli e Spezia, strepitoso Osimhen ma anche l’apporto di una squadra che ha sbagliato poco o niente

Lo Spezia oggi ha incontrato un Napoli determinato a vincere, e molto poco ha potuto fare per respingerne gli assalti. Riscattato in pieno il mezzo passo falso della scorsa settimana con il Cagliari: il Napoli ha dominato concedendo pochi spazi all’attacco spezzino.

Devastante Victor Osimhen in area ma anche nel recuperare palloni e lanciarsi verso la porta, forte di una squadra alle spalle che mai come stasera ha saputo giocare con unità d’intenti. Magistrale la regia di Piotr Zielinski che si conferma sempre più un punto di forza per gli azzurri e che apre il valzer delle marcature dopo un delizioso assist di Di Lorenzo.

Pubblicità

Ma l’anima di questo Napoli è sempre più il Capitano: uomo ovunque anche in questa occasione, si è caricato la squadra (ed anche i tifosi) sulle spalle guidandola alla vittoria. Se proprio volessimo fare un appunto: il gol arriva perchè viene scavalcato in fase difensiva, ma non avrebbe potuto fare molto di più.

Ha tenuto bene il muro difensivo con l’inserimento di Rahmani insieme a Manolas, non abbiamo rimpianto Koulibaly assente per infortunio. Ma anche il centrocampo ha retto agli attacchi, arginando le incursioni avversarie e manovrando in modo eccellente.

Qualche pensiero ce lo fa venire Mertens, entrato al 69′ al posto di Zielinski e poi presto sostituito per un colpo alla caviglia. Difficile il recupero completo per un giocatore tanto importante.

Sappiamo che potrebbe essere una delle ultime volte che vediamo Gattuso in panchina, oggi che ha a sua disposizione l’organico che voleva si può intuire come sarebbe stato il campionato azzurro. Ma fino al fischio finale di questa stagione, tutto può ancora accadere!

Le nostre pagelle

Meret 6; Di Lorenzo 6,5, Rrahmani 6, Manolas 6,5, Hysaj 6 (69′ Mario Rui 6); Demme 6,5, Fabian Ruiz 6,5; Politano 6,5 (75′ Lozano 6,5), Zielinski 7 (69′ Mertens s.v., 75′ Elmas s.v.), Insigne 6,5, Osimhen 7 (83′ Petagna s.v.).

di Alessandra Criscuolo

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità