Un suono leggiadro accompagna ogni giorno
la luce del sole che fa da contorno
al canto armonioso degli uccellini
che volano liberi tra i prati e i giardini.
Smisurata è la gioia per ogni bambino
in attesa che giunga un nuovo mattino
per celebrare l’estate e il suo arrivo,
il periodo dell’anno più allegro e più vivo.
Si scende per strada, si incontrano amici
con i quali si scherza e si è sempre felici.
Un pallone che salta, una bici che corre,
un tuffo nel mare tra il blu delle onde.
Un tramonto ammirato sfiorando la sabbia
e i colori riflessi dipingono l’acqua
dei toni più caldi presenti in natura
regalando un ricordo perpetuo, che dura.

Serate trascorse stando all’aperto
ridendo di gusto per ogni pretesto,
con le voci disperse dal soffio del vento
mentre ognuno sorseggia qualcosa di fresco.
Amori che nascono al chiaro di luna,
con le stelle che osservano chi ha la fortuna
di vivere nuove ed intense emozioni
racchiuse nei testi di nuove canzoni.
Feste di piazza, eventi, concerti.
Spettacoli unici per chiunque li aspetti
che richiamano gente da luoghi diversi
suscitando interesse per tutti i presenti.
Escursioni in montagna e visite ai borghi.
Icone di un tempo distante da oggi.
Tra la storia, i costumi e una gran tradizione
si ritagliano un posto dritto nel cuore.

La magia dell’estate non ha paragoni.
Testimone perfetta dei momenti migliori.
Esperienze lontane dal freddo invernale
consacrate da un coro, quello delle cicale.

di Luciano Goglia

Print Friendly, PDF & Email