Immagina il giorno di pioggia più intenso
dove il sole, lontano, sembra che si sia perso.

Immagina il vento che spazza ogni cosa
tranne le spine di una splendida rosa.
Immagina il mare, le onde in tempesta.
Immagina il buio di una foresta.

Immagina i lampi che squarciano il cielo
come lame che tagliano un morbido velo.
Immagina un campo spoglio di semi
come occhi incapaci di sguardi sinceri.

Immagina strade prive di luci,
castelli a mezz’aria o ponti incompiuti.
Immagina ostacoli sul tuo cammino,
ortiche che nascono in ogni giardino.

Immagina questo e fanne un pretesto
per riempire di senso ogni singolo gesto.

Ora immagina un giorno di sole in estate,
i tramonti più belli e le tue passeggiate.
Immagina il vento che soffia sui prati
e accarezza le foglie presenti sui rami.

Immagina il mare dipinto d’azzurro,
il cui suono è gentile come fosse un sussurro.
Immagina il verde di una foresta.
Immagina il cielo più terso che esista.

Immagina un campo ricco di semi,
fonte di cura e dei gesti più veri.
Immagina strade ricche di luci,
sogni concreti e obiettivi futuri.
Immagina ostacoli come pianure
e lascia alle spalle pensieri e paure.

Immagina questo e cerca il conforto
dalla bellezza che trovi nel mondo.

Immagina il tutto come la vita
che a volte è in discesa ed altre è in salita.
Dalle valore in ogni momento
e rendi prezioso tutto il tuo tempo.
Impara a capire quello che conta.

Apprezza il sorriso di chi ti circonda
e accogli l’amore in ogni sua forma,
perché quel che ci lascia poi non ritorna.

Siamo un segno lasciato sul bagnasciuga
che in poco scompare e che poi si tramuta
in un dolce ricordo nel cuore di tanti
tra forti emozioni, gioie e rimpianti.

Siamo angeli in terra senza le ali
incapaci di fronte a terribili mali.

Siamo piccole anime lungo un sentiero
percorso veloce, come fosse un pensiero.
Vivi ogni giorno, ogni minuto.
Possediamo il presente e non il futuro.
Ama la vita, rendile omaggio
e percorri ogni tappa di questo tuo viaggio
senza timore, ma con il coraggio
di chi non si arrende davanti a un miraggio.

di Luciano Goglia

Print Friendly, PDF & Email