Ha preso vita il progetto Bio. For. Polis dell’ A.S.O.I.M.: la realizzazione di un percorso sensoriale per non vedenti ed ipovedenti all’interno della riserva naturale di Castel Volturno.

Bio. For. Polis è un progetto che nasce per preservare la biodiversità delle aree di Castel Volturno e del Tirone-Alto Vesuvio, che rappresentano grande ricchezza di flora e fauna in un contesto fortemente urbanizzato come quello delle province di Napoli e Caserta. Inoltre, con tale progetto si vogliono rendere partecipi i cittadini a quelle che sono le azioni concrete di tutela dell’ambiente forestale, grazie anche all’ affiancamento del Raggruppamento Carabinieri Reparto Biodiversità di Caserta, presente anche all’inaugurazione, insieme all’Unione Italiana Ciechi di Caserta.

Il percorso sensoriale nasce dall’obbiettivo di rendere le riserve forestali accessibili a tutti. È un tratto di ml 600 ed è ben delineato da una staccionata in legno che guida gli ospiti lungo il cammino, dove si possono trovare tre piazzole di sosta in cui poter scoprire fioriere con piante aromatiche autoctone che vengono descritte attraverso dei cartellini con la loro denominazione in braille, oltre a pannelli su cui poter trovare informazioni sulla fauna presente nella pineta.

Oltre al percorso, viene funzionalizzato il cosiddetto “Rudere di Ischitella” come struttura in cui dedicarsi alla fruizione ed alla conoscenza della biodiversità delle riserve, alla didattica ed alla ricerca. Il rudere sarà dotato di postazioni informatiche per l’archiviazione di file multimediali, un laboratorio con microscopi binoculari ed inoltre sarà possibile osservare particolari specie di uccelli, attraverso delle teche che ne contengono alcuni esemplari impagliati.

Il percorso inaugurato il mese scorso è aperto quindi al pubblico come del resto la riserva naturale, ed è possibile visitarlo rivolgendosi al Reparto Biodiversità di Caserta dei Carabinieri.

di Daniela Russo

Tratto da Informare n° 182 Giugno 2018