informareonline-lettura
Pubblicità

In Italia, dall’anno 2000 al 2018, è aumentato il numero dei lettori dal 38,6% al 46,8%. Nell’anno del Covid-19 la percentuale di cittadini (15-74 anni) che dichiara di aver letto un libro (compresi eBook e audiolibri) è incrementata e si attesta al 61%. Secondo l’ISTAT il 77,2%  dei lettori legge esclusivamente libri cartacei e solo il 7,9% preferisce l’ebook o libri online. https://www.istat.it/it/archivio/236320

Uno studio condotto dal Pew Research Centre sulla popolazione statunitense accerta che Nonostante il grande approccio alla  tecnologia, il 62% degli americani sotto i 30 anni concorda sul fatto che ci sono “molte informazioni utili e importanti che non sono disponibili su Internet”. I nostri sondaggi hanno rilevato, inoltre, che gli adolescenti più grandi (età 16-17) hanno maggiori probabilità di leggere in particolare libri su carta, più probabilità di leggere per lavoro o scuola e più probabilità di utilizzare la biblioteca per libri e ricerche rispetto ai gruppi di età più avanzata.” https://www.pewresearch.org/internet/2014/09/10/younger-americans-and-public-libraries/

Pubblicità
Anche i risultati del sondaggio condotto da Nielsen attestano una notevole preferenza per la lettura cartacea. In particolare nel rapporto si legge:
Nonostante la reputazione di esperti di tecnologia degli adolescenti, questo gruppo continua a rimanere indietro rispetto agli adulti quando si tratta di leggere e-book. Gli adolescenti, infatti, continuano a esprimere una preferenza per la stampa che può sembrare in contrasto con il loro know-how digitale percepito, oltre la metà di loro è ancora alla ricerca di libri sugli scaffali delle biblioteche o delle librerie.” 
https://www.nielsen.com/us/en/insights/article/2014/dont-judge-a-book-by-its-cover-tech-savvy-teens-remain-fans-of-print-books/
Leggere su carta, infatti, aumenta la capacità di percepire il senso complessivo di un testo del 20-30%, sfogliare le pagine e leggere le parole scritte aiuta a ricordare e registrare dati specifici, favorisce moltissimo lo studio e l’assimilazione di contenuti complessi. La lettura digitale tramite ebook o libri online, aumentando i livelli di multitasking, causa una maggiore capacità di distrazione e di perdita della concentrazione.
Harvard University ha condotto uno studio pubblicato da The Guardian circa gli effetti dannosi delle luci emesse dai dispositivi digitali sul sonno e gli scienziati hanno dichiarato che:
l’uso di questi dispositivi prima di andare a dormire prolunga il tempo necessario per addormentarsi, ritarda l’orologio biologico quotidiano, sopprime i livelli dell’ormone che favorisce il sonno ovvero la melatonina, ritarda i tempi del sonno REM e riduce la vigilanza la mattina seguente . L’uso di dispositivi a emissione di luce immediatamente prima di andare a dormire aumenta anche la vigilanza in quel momento, il che può portare gli utenti a ritardare l’ora di andare a dormire a casa”. https://www.theguardian.com/books/2014/dec/23/ebooks-affect-sleep-alertness-harvard-study
La scelta di continuare a preferire la lettura cartacea risulta essere, dunque, quella più saggia poiché permette di salvaguardare, soprattutto per i più giovani, non solo la salute fisica ma anche il loro benessere psicologico procurando notevoli vantaggi nella comprensione dei contenuti letti.

A cura di Claudia Maria Campana

 

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità