pallavolo-italvolley-mondiale

Pallavolo: Italia sul tetto del mondo, quarto titolo per gli azzurri

Gennaro Alvino 12/09/2022
Updated 2022/09/12 at 4:28 PM
4 Minuti per la lettura

Impresa storica per la nazionale Italiana di volley che, a meno di un anno dal titolo europeo di pallavolo, sconfigge in finale i padroni di casa della Polonia per 3-1. Torna finalmente sul tetto del mondo l’Italia, ben 24 anni dopo l’ultima volta, e conquista il quarto titolo mondiale dopo la tripletta consecutiva fra il 1990 e 1998. Tra i campioni azzurri di quegli anni c’è proprio Fefe De Giorgi, attuale c.t. della nazionale italiana che ha saputo rimettere insieme un gruppo uscito malamente sconfitto ai quarti contro l’Argentina a Tokyo 2020. Senza grandi star all’interno del gruppo come Zaytsev o Juantorena, l’Italia riparte allora dal carisma di Simone Giannelli Mvp e miglior palleggiatore del torneo, accompagnato dall’abilità di Roberto Russo e Daniele Levia. Un incredibile team quello al servizio di De Giorgi che, appartenendo alla generazione dei fenomeni di Velasco, di campioni ne ha visti.

«Nessun paragone con i Velasco ma non ci poniamo limiti» aveva detto il tecnico alla vigilia della semifinale mondiale contro la Slovenia. «Non abbiamo una grande esperienza insieme, ma cerchiamo di sopperire con qualità e senso di squadra». Ed è stato proprio questo forte senso di squadra a far paura ai padroni di casa che perdono incredibilmente nel match di Katowice. Parte male l’Italia che perde il primo set per 22-25 ma subito poi prende le misure agli avversari infliggendo una sonora tripletta al muro bianco rosso della Spodek Arena che vede così sfumare il terzo titolo mondiale consecutivo. I restanti set si concludono con 25-21; 25-18; 25-20 e regalano un’immensa gioia alla formazione italiana che può ora tornare tornare a casa con la coppa.

Arrivano poi in mattinata i complimenti di Giuseppe Mandredi, presidente della FIPAV, che si gode cosí la sua vittoria: «La nostra è una squadra bellissima, e quando uso il termine squadra questo racchiude tutto: i ragazzi, lo staff, tutti stanno facendo un lavoro straordinario. La cosa di cui sono più orgoglioso è la maniera in cui sono arrivati questi trionfi, volevamo fortemente affermare lo stile Italia; ovvero presentare in campo delle nazionali che sappiano divertirsi e al tempo stesso appassionare – poi continua – Fefè e i suoi ragazzi non hanno solo vinto la medaglia d’Oro, ma hanno legittimato questo trionfo battendo sul campo i più forti e mi riferisco sia ai Campioni Olimpici francesi, che alla Polonia detentrice del titolo iridato.  

Questo per la pallavolo italiana è un anno straordinario, non voglio dire irripetibile perché puntiamo sempre a migliorarci, però dobbiamo prendere atto che il nostro lavoro sta portando dei risultati oltre ogni aspettativa.  Questi titoli non sono frutto del caso, ma soprattutto del grande lavoro portato avanti dai nostri staff tecnici. La Federazione investe moltissimo sulle nazionali azzurre e non può essere una coincidenza che molti atleti presenti qui, negli anni passati abbiano vinto delle competizioni giovanili».

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.