“Oltre il ghetto. Storie di libertà”: il 21 luglio la premiazione di TAM TAM Basketball

209
Informareonline-Tam-basketball
Pubblicità
Dal 2016 l’iniziativa di mister Antonelli coinvolge i figli degli immigrati della zona di Castel Volturno, in Campania, e dà loro occasione di pensare che ci sia un’alternativa allo sfruttamento e alla schiavitù

In buon mani”, la storia candidata da TAM TAM Basketball, è la vincitrice del premio web del contest “Oltre il ghetto. Storie di libertà”, il concorso indetto nell’ambito del progetto Su.Pr.Eme. Italia e rivolto alle organizzazioni del pubblico e del privato sociale che si occupano di emersione dal caporalato in Puglia, Campania, Calabria, Basilicata e Sicilia.

L’associazione sportiva di Castel Volturno, in provincia di Caserta, sarà premiata mercoledì 21 luglio 2021 alle 12.00 nel corso di una cerimonia alla quale prenderanno parte Tatiana Esposito, DG Immigrazione e Politiche di integrazione del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali; Mario Morcone, Assessore Legalità Sicurezza e Immigrazione della Regione Campania; Gianpietro Losapio, Direttore del Consorzio Nova, partner di co-progettazione Su.Pr.Eme. che ha curato la parte tecnica del concorso narrativo. Saranno presenti gli atleti e i componenti dello staff.

Pubblicità

L’evento si terrà nel campo all’aperto di TAM TAM, realtà che dal 2016 coinvolge i figli degli immigrati della zona e dà loro occasione di un’alternativa a una condizione di sfruttamento e schiavitù, agricola e non, attraverso lo sport come mezzo di inclusione sociale. Fondatore e anima dell’associazione è Massimo Antonelli, ex cestista che ha militato, fra le altre, nella Virtus Bologna, oggi presidente e allenatore di TAM TAM Basketball.

Questa storia di sport, ma soprattutto di inclusione sociale e auto-realizzazione, è stata prima selezionata da una giuria tecnica tra tutte quelle pervenute per il contest, aggiudicandosi la realizzazione di uno dei cinque video professionali, disponibili sul canale YouTube del progetto Su.Pr.Eme. Italia nelle versioni sottotitolate in italiano e in inglese. Successivamente, ha vinto il premio di 3.000 euro assegnato in base a una votazione sul web, che si è conclusa lo scorso 29 giugno e l’ha vista prevalere sulle altre quattro storie finaliste con 1408 preferenze.

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità