I nuovi traguardi della Alilauro S.p.A.

Salvatore Lauro - Alilauro

Dalla livrea dell’equipe al ponte di comando ai nuovi sedili, dai monitor di bordo al bar. L’Alilauro amplia i suoi orizzonti con un’evoluzione, inaugurando una nuova era del trasporto marittimo nel Golfo di Napoli ed ha come obiettivo quello di presentare al grande pubblico il “DSC Nettuno JeT”, un insieme di competenze e professionalità consolidate che costituiscono la volontà di esplorare le nuove tecnologie. L’introduzione di questi nuovi modelli informatici ha sviluppato un sistema di rapporto tra l’uomo e il mare, in grado di garantire un utilizzo più sostenibile del mare e delle aree costiere. A bordo del catamarano è stato introdotto il sistema “LI-FI”, un progetto di una piattaforma innovativa di integrazione in grado di concentrare le informazioni sull’imbarcazione distribuite su sistemi eterogenei e complessi in un’interfaccia unica semplice e intuitiva. L’Alilauro è una realtà operante nel settore di collegamenti marittimi impegnate in diversi ambiti: comunicazione, trasporto, innovazione e turismo con l’obiettivo di promuovere in maniera sinergica tutte le attività e i servizi del comparto ricettivo. L’Alilauro S.p.A. fu fondata nel 1944 da Agostino Lauro e per oltre 73 anni si è contraddistinta e innovata con processi progettuali, produttivi che la rendono ancora oggi unica nello scenario armatoriale italiano. Il presidente del Gruppo di navigazione Alilauro S.p.A. è Salvatore Lauro che abbiamo intervistato.

Quant’è importante investire in Campania e sui giovani?
«Credo che investire in Campania sia un dovere perché abbiamo un territorio importante ma soprattutto abbiamo risorse giovanili che rappresentano il punto cardine. In questo momento il giovane è confuso perché ci sono troppe informazioni spesso non corrette e di conseguenza non sa come affrontare le problematiche che ci sono, ma c’è una grande opportunità».

Da quanti anni portate avanti questa iniziativa?
«L’iniziativa mio padre la iniziò 75 anni fa: siamo per il passaggio alla terza generazione, speriamo che sia tutto semplice anche perché i passaggi generazionali non sempre sono fecondi e semplici».

Cosa offre di innovativo il “Nettuno Jet”?
«Il Nettuno Jet è il primo catamarano al mondo che possiede il LI-FI, di conseguenza noi saremo sempre connessi. Oltre alla connessione marittima avremo la connessione con tutto il mondo con le attrezzature e coi sistemi che stiamo sperimentando, e soprattutto con la passione e l’impegno dei giovani che stanno collaborando in modo approfondito in queste iniziative attraverso diverse startup. L’informazione turistica attraverso la realtà aumentata, i totem a bordo permettono ai passeggeri durante la navigazione di conoscere le zone e cosa potrai fare quando sei arrivato, quindi escursioni e prenotazioni. Attraverso le attrezzature il centro comunicazione “Alilauro” ha sempre sotto controllo l’unità riguarda la parte passeggera».

Quali sono i progetti futuri?
«I progetti futuri riguardano sempre i giovani, oggi l’innovazione corre tantissimo e bisogna essere sempre pronti a cambiare, migliorare a far sì che il servizio che offriamo ai clienti sia sempre migliore passeggeri e pendolari che viaggiano con noi, perché ci danno informazioni continue su eventuali criticità che abbiamo e questo ci permette di migliorare».

di Chiara Arciprete

Tratto da Informare n° 177 Gennaio 2018