Nuove regole per la movida casertana

44
movida casertana
Pubblicità

La movida casertana è oggetto di nuove misure da parte dell’amministrazione comunale: il divieto assoluto di somministrazione di alimenti e bevande o vendita per i pubblici esercizi è stato posticipato di un’ora.

Questa la scelta presa dal sindaco Carlo Marino, concorde con la sua amministrazione, introdotta con l’ordinanza sindacale numero 25 de 17 giugno 2022, che entra in vigore ufficialmente oggi e che dispone le nuove regole.

Pubblicità

Così si esprime il vicesindaco Emilio Casale: «Si tratta di un doveroso passo in avanti che abbiamo concordato con il tavolo per la sicurezza insediatosi in città e con il quale l’Amministrazione è in costante dialogo. Abbiamo convenuto che l’arrivo dell’estate fosse il momento giusto, per tutta una serie di valutazione anche di tipo economico e sociale, per concedere un allungamento dell’orario di somministrazione di alimenti e bevande. Da oggi, infatti, le attività commerciali potranno lavorare nel pieno rispetto delle regole fino alle ore 3 del mattino. Si tratta di importanti novità che, però, tengono conto dei diritti e delle necessità di tutti, dei residenti, dei commercianti e anche di chi vuole vivere Caserta – ha concluso il vicesindaco Emiliano Casale – e che ha alla base e come presupposto dell’intera attività il pieno rispetto delle regole di buon senso e del regolamento comunale attualmente vigente».

L’ordinanza firmata dal sindaco prevede: «il divieto assoluto di somministrazione di alimenti e bevande o vendita per i pubblici esercizi e attività artigianali, dalle ore 3 alle ore 6 di tutti i giorni, con sgombero degli avventori/clienti; il divieto assoluto di consumare bevande alcoliche di qualsiasi gradazione in bottiglie di vetro, tutti i giorni dalle ore 22.30 e fino alle 6 del giorno successivo, nelle aree pubbliche, aperte al pubblico e soggette a pubblico passaggio di tutta la Città, ad eccezione del servizio di somministrazione nelle aree in concessione di occupazione di suolo pubblico, con tavolini, sedie, dehors e similari. Per tutti gli esercizi il divieto di diffusione della musica all’interno degli stessi senza la prescritta Valutazione Impatto Ambientale e comunque dalle ore 1:00 in tutti i casi; per tutti gli esercizi, compresi distributori automatici e di vicinato, il divieto di vendita di qualsiasi bevanda alcolica e di altre bevande in vetro, dalle ore 20.30 alle ore 06.00 di tutti i giorni; per tutti, nelle aree pubbliche, aperte al pubblico, soggette a pubblico passaggio e all’interno degli esercizi pubblici, il divieto di consumare qualsiasi bevanda in contenitori di vetro, dalle ore 22.00 alle ore 06.00 del giorno successivo».

Pubblicità