Grazie al ministro dell’istruzione, la senatrice Valeria Fedeli, il prestigioso istituto della porcellana “Giovanni Caselli” conoscerà una nuova vita. E’ stata, così, accolta in pieno la richiesta del comune di Napoli e della Città Metropolitana.

Queste le parole dell’assessore al lavoro e alle attività produttive, Enrico Panini: “In pochi giorni due buone notizie per un istituto prestigioso e di solide tradizioni come l’Istituto “Giovanni Caselli” di Capodimonte. La prima è che Città Metropolitana e Regione hanno cancellato l’ipotesi di accorpamento con altro Istituto. Una scelta importante che rappresenta pienamente la volontà del Sindaco e della Città di Napoli.

L’altra, ancora più importante, è che il Ministro dell’Istruzione, sen. Valeria Fedeli, ha dato il proprio convinto assenso alla richiesta formulata dalla Città di Napoli e dalla Città Metropolitana, con lettera inviata il 9 febbraio scorso a firma dell’Assessore Enrico Panini e del Consigliere delegato Salvatore Pace, che ha ribadito la richiesta di riconoscimento all’Istituto della Porcellana delle caratteristiche di scuola “rara”.

In Italia ci sono solo altri due precedenti: l’Istituto di Liuteria di Cremona e l’Istituto della Ceramica di Faenza.

Il riconoscimento di Istituto raro da parte del Ministro dell’Istruzione, per il quale ora dovranno essere portati a termine gli atti amministrativi necessari con un ruolo fondamentale della Regione, non implica solo l’importante assegnazione di un Dirigente scolastico titolare, e non “a scavalco”, con tutto ciò che questo significa in termini di continuità e di presenza quotidiana. Ma significa mettere le basi giuridiche per la definizione di un Piano industriale di rilancio dell’intera filiera della porcellana. Il Comune di Napoli metterà a disposizione consistenti risorse per accompagnare questo percorso”