Notte Bianca Caserta 2018: irrisoluti i contratti

33
informareonline-notte-bianca-caserta2018

L’avvocato Gian Piero Menditto chiede serietà agli sponsor debitori: “Si rispettino i contratti stipulati”

informareonline-mendittoA distanza di 90 giorni dall’ evento Notte Bianca di Caserta, grande successo cittadino, molti sponsor non hanno ancora versato la somma pattuita con l’organizzazione per finanziare la manifestazione.

L’evento, tenutosi il giorno 8 dicembre 2018 presso numerose piazze principali della città e che ha registrato oltre 40.000 persone, ha regalato ai cittadini una serata di assoluto svago, musica, cultura e divertimento.

Un evento completamente gratuito promosso dall’avvocato Gian Piero Menditto, coordinatore della manifestazione, e dal suo team di giovani attivisti casertani e da organizzazioni locali.

Le dichiarazioni di Menditto

Menditto tiene a sottolineare che, nonostante l’evento sia stato un successo, vi sono alcuni problemi irrisolti: «Ad oggi molti sponsor non hanno pagato il dovuto, nonostante la sottoscrizione di contratti, costringendo i promotori, ed in particolare la BSS Animation, ad anticipare con propri fondi le spese dell’evento e ad oggi manca il pagamento di soli due addetti ai lavori.

informareonline-notte-bianca-1

Tuttavia – continua l’avvocato – molti sono i disservizi, anche per alcune ditte coinvolte nell’evento stesso oppure ditte che percepiscono i compensi senza i rilasci di fattura richiesta.

Per tali motivi, lo studio legale Menditto & partner adirà le vie legali per garantire il recupero delle somme anticipate dai promotori e soprattutto per far rispettare i contratti per consentire il saldo agli ultimi addetti ai lavori così come altresì verranno avviati contenziosi nei confronti di coloro che hanno lavorato in malo modo.

informareonline-notte-bianca-2

Oltre ai tanti elogi, si dicono alcune maldicenze non veritiere. Tuttavia, è inevitabile quando si riesce a pianificare ed organizzare un evento di successo come il format Notte Bianca. Il Comune di Caserta, esente da colpe in questo caso, ha espresso la propria solidarietà per l’accaduto complimentandosi per il lavoro fatto dai promotori, grazie al mio coordinamento, e per come si stanno gestendo le problematiche ulteriori. Con la speranza che gli inadempienti paghino il dovuto».