Natalità in Italia: quadro demografico devastante

34
informareonline-Natalità
Pubblicità

In Italia, nel  2019 i nati sono stati  420.000 di cui 328.000 da entrambi i genitori italiani:  20.000 in meno rispetto a  quelli del 2018 e ben 142.000 in meno rispetto al 2010. La denatalità non riguarda solo l’Italia, ma – dati Eurostat alla mano – già nel 2016 eravamo il Paese europeo con il tasso di natalità più basso: 1,34 figli per coppia, mentre per garantire un ricambio generazionale stabile il tasso di sostituzione deve essere di almeno 2,1 figli per coppia, per non parlare del rapporto tra morti e nati, 151 morti ogni 100 nuovi nati.

L’emergenza Covid ha completato, in negativo, il quadro generale: nel 2020 la natalità è crollata ulteriormente;  le nuove nascite sono diminuite del 22 per cento, passando a 1,27 figli per coppia, contro una media UE di 1,56 figli. Ciò porterà ad un ulteriore invecchiamento della popolazione, peraltro già in stato avanzato: nel nostro Paese, infatti, per ogni 100 bambini dai 0 ai 9 anni ci sono 122 anziani nella fascia d’età 70-79 anni.

Quadro demografico devastante

Questo quadro demografico sta avendo ed avrà sempre di più ricadute devastanti sulla tenuta del nostro sistema economico e sociale. Sono dati evidenti a livello scientifico, ma poco diffusi tra l’opinione pubblica, sottovalutati dai mass media e – fatto ancora più grave – messi in secondo piano nel confronto politico e nell’attenzione dei governi, via via succedutisi negli ultimi decenni.

Pubblicità

Il nuovo governo DEVE puntare a politiche di sostegno alla natalità e alle famiglie, un articolo che rilanciamo dal Secolo D’Italia.

Buona Domenica delle Palme di Pace e speranza che questa pandemia termini al più presto. Una preghiera per tutti i malati.

Print Friendly, PDF & Email
Pubblicità