napolindie flava beach

Napolindie al Flava Beach: l’edizione 2024 regala emozioni

Updated 2024/06/03 at 10:13 AM
5 Minuti per la lettura
Foto di Camilla Esposito Alaia

Dopo il successo dell’anno scorso, torna la seconda edizione del Napolindie il 1 giugno al Flava Beach. Un evento che unisce musica e cultura e che promuove lo sviluppo e la crescita del territorio di Castel Volturno, e non solo. Il maltempo non ha fermato la voglia del pubblico di cantare e divertirsi insieme agli artisti infatti, torna il sole sull’Arena del Sound e Napolindie balla. Il progetto ideato da Lello Ferrillo e Gianni Simioli, direttore artistico dell’evento, ha regalato momenti di cultura altissimi quest’anno e grazie alla collaborazione con Indieman e Candizioland ha equilibrato il tutto con momenti di leggerezza e divertimento.

Per questo è fondamentale creare e promuovere più eventi simili sul territorio campano. I giovani ne hanno bisogno. L’amore e la crescita sono emozioni che hanno bisogno di passare attraverso la musica, la cultura e le performance di ogni tipo per riuscire ad arrivare ai cuori delle persone, per insegnare ai più piccoli che c’è tanto da imparare e da condividere. Napolindie sabato è stato proprio questo: condivisione.

Gli ospiti del Napolindie ai microfoni di Magazine Informare

Magazine Informare ha avuto il piacere di partecipare e di incontrare gli artisti presenti parlando con alcuni di loro tra cui Pepp Oh che con indosso una maglia con su scritto “Pino Daniele Changed My Life” ha detto: “Perchè non solo a me, penso a tutti noi e soprattutto a Napoli ha cambiato la vita. Ha portato una cosa americana, però fatta in uno stile personale. Questo è quello che cerchiamo di fare un pò tutti noi artisti. Adesso c’è questa terza ondata di sound che spazia tra la trap, il rap, il soul, il reggae e penso che noi artisti di oggi siamo anche potenziati dalle esperienze musicali passate”.

Ai microfoni di Magazine Informare con Andrea Tartaglia che ci dice: “Per me l’indie vero significa magia tra chi suona e chi ascolta. Ecco perchè le “range fellon” qualsiasi cosa che l’uomo fa alla terra che non va bene e che trasforma questa terra in una stufa gigante, le range fellon si arrabbia. Dobbiamo fare qualcosa per fermare questo cambiamento climatico”.

La line up del Napolindie 2024 non ha avuto limiti ed ha unito gli artisti emergenti a quelli più noti al pubblico, un mix che comprende una lista molto numerosa che potete trovare qui. Inoltre potete trovare il resto delle nostre interviste e dei contenuti relativi al Napolindie 2024 sul nostro canale instagram.

Napolindie al Flava Beach: da Erri De Luca a Soul Express

“Il fatto di aver letto moltissimo mi ha procurato un vocabolario di buona precisione. Con un vocabolario di buona precisione, non mi faccio mettere in bocca le parole della versione ufficiale. Se per esempio ti dicono che in questo paese c’è un’invasione di immigrati, tu rispondigli che non è vero. L’invasione riguarda delle forze armate che entrano in un altro paese per sottometterlo e soggiogarlo. Non si può parlare di invasione per persone che arrivano disarmate, donne e bambini compresi. Ma tu fai questa modificazione del linguaggio perchè tu hai questa letteratura. Dunque io dico che leggere molto è un presidio sanitario, ti fa resistere meglio alle invasioni degli anticorpi, alle false dichiarazioni, alle false informazioni ed alle false definizioni”. Queste sono le parole meravigliose con le quali si è concluso il talk di uno dei personaggi più amati della cultura Italiana, Erri De Luca.

Tra musica, balli, cibo e tanto divertimento, la serata non poteva che concludersi con un momento di condivisione magico. Arriva il maestro e grande rappresentante della cultura partenopea Enzo Avitabile ed intona le note di uno dei suoi pezzi più conosciuti “Soul Express“. Ma non c’è solo lui a cantarla, insieme al maestro Avitabile ci sono Vesuviano, Roberto Colella, Gabriele Esposito e Ste. Un momento unico che ha meravigliato il pubblico ed ha cantato a voce alta insieme agli artisti, concludendo una giornata fantastica che ci auguriamo di rivivere ancora ed ancora nei prossimi anni.

Condividi questo Articolo
Lascia un Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *